Raffreddore o allergia: 6 modi per capire di cosa si tratta

Le informazioni per capire la differenza tra un comune raffreddore ed una allergia primaverile.

da , il

    Raffreddore o allergia

    Quando compaiono i primi sintomi dei problemi respiratori, come capire se si tratta di un raffreddore o di un’allergia? Starnuti, naso chiuso o colante, tosse e mal di testa, i sintomi di queste condizioni sono tutti molto simili, e spesso ci si chiede a cosa dare la colpa e come curarci. Perchè il raffreddore è causato da un virus, mentre le allergie da una reazione ostile a certi allergeni come, ad esempio, il polline. Possiamo però cercare di distinguere le due condizioni prestando attenzione ad alcuni dettagli e a dei piccoli segnali.

    I sintomi diversi

    I sintomi diversi

    I sintomi che vanno oltre al naso gocciolante e agli occhi arrossati, possono indirizzare verso una diagnosi diversa dal comune raffreddore. Un’eccessiva sensazione di stanchezza, soprattutto al mattino e alla sera, il prurito, soprattutto a livello del naso, delle labbra e della bocca e il mal di testa, soprattutto se concentrato a livello della fronte e nella zona intorno agli occhi sono spesso legati alle allergie.

    La tipologia della tosse

    La tipologia della tosse

    La tosse è un’altra reazione naturale del corpo, sia che ci si trovi difronte ad un’allergia che ad un raffreddore. Ma se la tosse causata dal raffreddore ha un effetto produttivo e si espelle muco. Se la tosse è provocata da un’allergia, è invece secca e senza muco.

    Prurito o mal di gola?

    Prurito o mal di gola?

    Se uno dei sintomi è il mal di gola, potremmo essere davanti ad un raffreddore, se la gola sarà infiammata e sensibile, e si ha difficoltà a degluttire. Nel caso di allergie, si avrà invece la sensazione di prurito alla gola.

    Il colore del muco nasale

    Il colore del muco nasale

    Per capire se siamo davanti ad un raffreddore o ad un’allergia, va controllato il muco prodotto dal naso. In caso di allergia il naso secerne un muco chiaro e acquoso, mentre davanti ad un muco giallo, verde o grigio, è più probabile che si tratti di raffreddore.

    Durata dei sintomi

    Durata dei sintomi

    Se i problemi respiratori durano da 1 settimana a 10 giorni, si tratta probabilmente di un raffreddore. Se invece i sintomi si manifestano ripetutamente o durano più a lungo di 2 settimane, probabilmente siamo davanti ad una allergia.

    L’intensitá dei sintomi

    L'intensitá dei sintomi

    Quando siamo colpiti da un raffreddore i sintomi appaiono e rimangono stabili per alcuni giorni, senza variazione di intensitá. Con un’allergia gli starnuti, le congestioni, e l’irritazione di gola e occhi variano di intensitá a seconda che ci si trovi a contatto con qualcosa che stimoli l’attacco.