Raffreddore, mai più starnuti!

Uno studio canadese giura di liberarci in maniera definitiva dai sintomi del raffreddore, una malattia per fortuna non grave ma costellata da una sintomatologia fastidiosa e a volte penosa

da , il

    Starnuti a raffica

    Chi, affetto da un banale raffreddore, almeno una volta, non ha imprecato contro i sintomi che contraddistinguono la patologia; spossatezza, naso che cola, starnuti a ripetizione, febbriciattola e chi più ne ha più ne metta! D’altro canto, quello che anche la moderna medicina è in grado di offrire, in fatto di farmaci contro un male stagionale, cui dunque prima o poi dover fare i conti, è davvero poca cosa, se si escludono i sintomatici per alleviare il senso di “ossa rotte”, per cercare di limitare la congestione nasale ed eventualmente il “bruciore” alla gola; sarà il tempo e quel minimo di cautela che ognuno di noi dovrebbe avere anche nei confronti del raffreddore a ristabilire la situazione.

    Ma non sarà così per molto, visto che uno studio canadese, effettuato presso l’University of Calgary, starebbe mettendo a punto vere e proprie terapie contro il raffreddore rappresentate da farmaci che non curino più soltanto i sintomi, ma quei fattori predisponesti la malattia.

    Uno studio autorevole e approfondito quello canadese tanto da meritarsi la pubblicazione sulla rivista scientifica American Journal of respiratory and critical care medicine’, che si basa sulle nuove acquisizioni in fatto di Rhinovirus e sui fattori che entrano in gioco determinando la sintomatologia più fastidiosa del raffreddore stesso, appunto gli starnuti ed il mal di gola. Alla luce di tutto ciò, i ricercatori sono convinti del fatto che non è il virus a causare il corollario di sintomi accusati dal paziente, semmai è il suo stesso organismo che, nel tentativo di opporsi al virus scatenerebbe tali reazioni ritenute persino eccessive in confronto all’attacco subito. Secondo gli studiosi canadesi i tempi sono maturi per potere allestire dei farmaci in grado di trattare al meglio ed in via definitiva il raffreddore.

    A tale risultato gli scienziati perverranno soprattutto di fronte al fatto di essere a conoscenza che, in caso di raffreddore ma anche di influenza, l’organismo si attiva nella iperproduzione di una particolare proteina chiamata viperina, tale sostanza è quella che provoca la risposta esagerata di fronte all’attacco di un virus del tipo citato. Modulando la produzione di questa sostanza, sarà possibile a breve, dire basta al raffreddore; per sempre!