Raffreddore in estate: quanto dura e rimedi per curarlo

Raffreddore in estate: quanto dura e rimedi per curarlo
da in Naso, Raffreddore, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:

    raffreddore in estate quanto dura rimedi

    Il raffreddore in estate quanto dura? Quali sono i rimedi per curarlo? Anche se si manifesta durante la stagione calda, questo tipo di raffreddore può essere molto fastidioso, come quello invernale. Si stima che in Italia ogni anno sia “vittima” del raffreddore estivo un numero di individui che corrisponde al 46% della popolazione dai 14 anni di età in su. Scopriamo com’è possibile risolvere questo problema.

    I sintomi più comuni del raffreddore estivo possono essere riassunti in questo modo:

    • naso chiuso,
    • mal di gola, con frequente voce rauca,
    • accentuata secrezione nasale,
    • starnuti,
    • mal di testa,
    • malessere generale, che non permette nemmeno di dormire bene la notte.

    Le cause sono solitamente da rapportare all’uso dei climatizzatori, che tolgono all’aria anche umidità, provocando secchezza alla gola. Un’altra causa può consistere negli sbalzi di temperatura, anch’essi tipici della stagione estiva. Il corpo si ritrova ad affrontare diversi tipi di sollecitazioni in tempi relativamente brevi.

    Il raffreddore estivo dura generalmente dai 5 ai 10 giorni. In certi casi i tempi di recupero possono superare anche le 2 settimane. In questi casi, però, è bene consultare un medico, perché la sintomatologia potrebbe essere rapportata ad altre cause. Se i sintomi diventano cronici, non esitiamo a sottoporci ad una visita.

    Molto utili per contrastare i sintomi tipici del raffreddore estivo sono alcuni rimedi naturali. Vediamo quali sono:

    • succo di lime – è molto importante per combattere il naso chiuso e gli altri sintomi classici del raffreddore.

      Diluiamone un po’ in acqua tiepida, aggiungiamo un cucchiaino di miele e beviamone una tazza al giorno;

    • infusi – per combattere la secchezza alla gola e per riprenderci dal senso di stanchezza e di debolezza, utilizziamo gli infusi. Vanno bene quelli di timo, di echinacea e di eucalipto;
    • suffumigi – alcune sostanze sono ottime per fare dei suffumigi. Aggiungiamo all’acqua calda l’echinacea, l’eucalipto o la propoli;
    • succo d’aglio – anche se l’alito ne potrebbe risentire, il succo d’aglio, con la sua azione antibatterica, potrebbe aiutare. Va assunto diluito in un po’ d’acqua più volte nel corso della giornata. La stessa azione, soprattutto per liberare le vie respiratorie, è offerta dal succo di cipolla;
    • sale – prepariamo una miscela con mezzo cucchiaino di sale sciolto in una tazza d’acqua. Utilizziamola per spruzzarla nelle narici 5 volte al giorno oppure per fare dei gargarismi;
    • olio naturale – possiamo mettere a punto un olio naturale da spalmare sul petto e sulla gola, per avere un effetto decongestionante e fluidificante. Prepariamolo mettendo insieme olio di mandorle, 15 gocce di olio essenziale di Ravensara e 15 di olio essenziale di eucalipto. Questo preparato stimola anche le difese immunitarie.

    Alcune azioni che riguardano lo stile di vita, da attuare nell’ambito del quotidiano, possono aiutarci veramente a combattere il raffreddore estivo:

    • idratazione – non trascuriamo di bere acqua a sufficienza quando siamo raffreddati e tendiamo a sudare di più. L’importante è assumere liquidi, ricorrendo anche a tè e spremute;
    • alimentazione – la nostra alimentazione si dovrebbe basare su cibi leggeri, per non appesantirci. Scegliamo soprattutto frutta e verdura ricche di vitamina C, come le arance;
    • igiene – cerchiamo di non trascurare la nostra igiene personale. Utilizziamo sempre dell’acqua tiepida per lavarci e riscaldiamo l’ambiente, prima di entrare nella vasca da bagno.

    698

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NasoRaffreddoreRimedi naturali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI