Radioterapia: speranza in più per i malati

Radioterapia: speranza in più per i malati

Nella conferenza tenutasi di recente a Liverpool si sottolineato l’importanza e l’efficacia della radioterapia unita alla terapia ormonale nel trattamento del tumore alla prostata

da in Ghiandole, Linfonodi, News Salute, Ormoni, Prostata, Ricerca Medica, Tumori, Radioterapia
Ultimo aggiornamento:

    radioterapia pazienti tumore prostata

    Ulteriori studi hanno evidenziato l’importanza, per i malati di tumore, della radioterapia, grazie alla quale si ha un aumento della sopravvivenza. I ricercatori dell’Università di Cardiff, hanno condotto uno studio su 1.200 uomini malati di tumore alla prostata esteso sino ai linfonodi: tutti erano sotto terapia ormonale, la metà dei pazienti era stato sottoposto anche a radioterapia, dopo aver subito l’intervento chirurgico. I risultati di questa ricerca hanno evidenziato che il 79% degli uomini, in terapia ormonale, era ancora in vita. Mentre la percentuale dei pazienti in vita sottoposti sia a terapia ormonale sia a radioterapia era del 90%.

    Dai dati risulta evidente come la radioterapia, praticata per un certo periodo (per questi pazienti è stato di due mesi), unita alla terapia ormonale (classica del tumore alla prostata) riesca a migliorare di molto la situazione clinica del paziente. Questo studio presentato alla conferenza del National Cancer Research Institute a Liverpool, è stato indirizzato, soprattutto sul trattamento del tumore alla prostata. Questa patologia è tra le più aggressive e pericolose per l’uomo; sino ad oggi curata quasi esclusivamente con terapia ormonale, prima di tutto, e poi con chemioterapia quando la situazione degenera.

    La terapia ormonale, chiamata anche ormonoterapia, è molto diversa, sia praticamente sia in tempi, sia in effetti collaterali dalla radioterapia.

    Quest’ultima è utilizzata nel trattamento delle malattie basandosi sull’impiego di radiazioni ionizzanti (radiazioni dotate di una quantità tale di energia da poter ionizzare le particelle con le quali vengono a contatto), dirette in un’area specifica dell’organismo, in cui è situato il male. Mentre la terapia ormonale, come dice il nome stesso, è una terapia basata sull’impiego di sostanze ad attività ormonale o antiormonale. Questo tipo di terapia è utilizzata sia per il tumore alla prostata sia per il tumore alla mammella.

    359

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GhiandoleLinfonodiNews SaluteOrmoniProstataRicerca MedicaTumoriRadioterapia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI