Radiofrequenza pulsata: cos’è e a cosa serve

Radiofrequenza pulsata: cos’è e a cosa serve

Cos’è la radiofrequenza pulsata? A cosa serve? E’ una tecnica che consente il trattamento del dolore cronico

da in Dolore, Terapie
Ultimo aggiornamento:

    radiofrequenza pulsata cos e a cosa serve

    Radiofrequenza pulsata: cos’è e a cosa serve? E’ un trattamento che ha come obiettivo quello di sconfiggere il dolore cronico ed è particolarmente indicato per alcuni disturbi, come, per esempio, la nevralgia del trigemino, il dolore cronico alla spalla, il dolore lombalgico. Si tratta di interrompere, attraverso una tecnica particolare, almeno temporaneamente, lo stimolo doloroso. Questo trattamento prende origini da una pratica clinica introdotta nel 1980, che consentiva un intervento mirato in prossimità delle formazioni nervose. Si utilizza in particolare l’effetto termico legato alla liberazione delle correnti. Vediamo nello specifico in che cosa consiste questa tecnica e per quali patologie è indicata.

    Cos’è

    La radiofrequenza pulsata si basa sull’uso delle correnti di radiofrequenze che agiscono in prossimità di nervi e delle vie del dolore cronico, alterando la funzionalità di alcune fibre nervose. Si tratta di un metodo che viene utilizzato soprattutto quando altre terapie, come quelle farmacologiche, falliscono. Il vantaggio delle radiofrequenze si basa sulla possibilità di scegliere con precisione la temperatura e la quantità di correnti adeguate.

    La sicurezza deriva dal fatto che prima di effettuare la procedura si può eseguire un test con correnti di frequenza differenti e capire così come queste agiscono sul dolore del paziente. La procedura si svolge mediante la somministrazione di anestesia locale.

    Il medico usa i raggi x per guidare alcuni aghi nell’area in cui il paziente avverte una sensazione dolorosa. Quando gli aghi raggiungono il punto esatto, si utilizza un generatore che trasmette corrente a radiofrequenze alla punta dell’ago, per ricondizionare il funzionamento del nervo che manda segnali di dolore al cervello.

    A cosa serve

    La radiofrequenza pulsata serve a trattare il dolore in alcune patologie particolari. Prima di procedere al trattamento, il medico ne parla sempre con il paziente, in modo che il ricorso a questo metodo possa essere sempre discusso e possa essere ricondotto ad una scelta del paziente, insieme allo specialista. Tutto ciò serve anche a personalizzare la tecnica in base all’intensità e alla durata del dolore.

    La tecnica sembra dare risultati efficaci soprattutto nella nevralgia del trigemino, nel dolore radicolare cervicale, nel dolore cronico alla spalla, nel dolore lombalgico cronico e in alcuni dolori che interessano la zona pelvi-perineale. Il sollievo dal dolore dato da questo trattamento può durare dai 3 ai 12 mesi. La tecnica è ritenuta una procedura efficace e sicura, specialmente se viene eseguita da uno specialista esperto.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DoloreTerapie
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI