Psoriasi nei bambini: sintomi, cause, cure e rimedi naturali

La psoriasi è una malattia infiammatoria della cute, che erroneamente si ritiene possa manifestarsi solo in età adulta. Tuttavia, esistono alcune forme di psoriasi che sono caratteristiche proprio dei bambini. In tutte le forme di psoriasi, il bambino in genere non lamenta particolari sintomi, solo in alcuni casi può avvertire lieve prurito. Le cause sono prevalentemente genetiche e le cure sono quasi esclusivamente di tipo locale, anche attraverso l'applicazione dei rimedi naturali.

da , il

    Quali sono i sintomi, le cause, le cure e i rimedi naturali della psoriasi nei bambini? La psoriasi è una malattia infiammatoria che interessa l’intero organismo, anche se gli effetti più visibili sono a carico della cute. Attualmente soffre di questa malattia circa il 2% della popolazione mondiale, soprattutto della forma definita “a placche”, che provoca la comparsa sulla pelle di pruriginose chiazze rosse in rilievo. La psoriasi è una patologia variabile, che può presentarsi in modi diversi dando origine a percezioni della malattia del tutto personali. Provocando delle manifestazioni fisiche antiestetiche, può compromettere l’autostima, la carriera professionale e le relazioni sociali.

    Le forme di psoriasi nel bambino

    La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, che, sebbene interessi soprattutto gli adulti tra i 20 e i 35 anni, nel 15% dei casi la psoriasi nei bambini può insorgere tra i 5 e i 12 anni. I sintomi tipici della psoriasi non sono assolutamente contagiosi, ma possono interessare anche più parti del corpo contemporaneamente, come le superfici esterne degli arti, e in particolare ginocchia, gomiti, e la zona lombare, il cuoio capelluto e anche le mani, nella comune psoriasi delle unghie. La forma più comune di psoriasi, sia negli adulti che nei bambini, è quella a placche, che in genere si manifesta con chiazze tondeggianti, a margini netti, di colorito rossastro, tipicamente ricoperte da squame biancastre. Tuttavia, in età pediatrica sono facilmente riconoscibili tre forme di psoriasi che colpiscono i bambini:

    Napkin psoriasis

    È una forma di psoriasi che interessa soprattutto il lattante ed è infatti comunemente definita psoriasi da pannolino, perchè caratterizzata da lesioni eritematose, spesso molto congeste, situate proprio nell’area del pannolino. Dopo un periodo variabile da alcune settimane a pochi mesi, pur persistendo le lesioni precedentemente descritte, compaiono delle lesioni eruttive sul tronco, sugli arti, sul volto e sul cuoio capelluto, senza la comparsa della desquamazione.

    Psoriasi inversa

    La psoriasi inversa è una particolare malattia della pelle che si distingue dalle altre perchè localizzata nelle pieghe cutanee come le ascelle, l’inguine, l’area genitale e l’ombelico. Le lesioni sono intensamente arrossate e spesso senza squame.

    Psoriasi guttata

    La psoriasi guttata nei bambini i presenta con delle piccole ma numerose chiazze di 1-2 cm distribuite prevalentemente sul tronco, ma anche su tutto il corpo. Di solito, questa forma di psoriasi si presenta in conseguenza alla faringite, alla tonsillite o all’otite batterica. Per diagnosticare la psoriasi guttata, però, è necessario eseguire delle analisi del sangue ed eventualmente un tampone faringeo e una visita Otorinolaringoiatrica, per ricercare eventuali infezione d’origine.

    Sintomi più comuni

    Solitamente, la psoriasi nei bambini è asintomatica, cioè non presenta alcun tipo di sintomo, se non un leggero prurito nelle zone interessate dalle lesioni cutanee, le quali possono essere di vario tipo a seconda della tipologia di psoriasi di cui soffre il bambino:

    • piccole escrescenze
    • piaghe rosse lucenti
    • eruzioni cutanee dai bordi netti e rossi
    • squame bianche
    • crosticine

    Possibili cause

    Nonostante le cause della psoriasi nei bambini non siano state completamente chiarite, esiste certamente una componente genetica di base, dato che una storia familiare positiva può ritrovarsi in quasi la metà dei pazienti pediatrici affetti da psoriasi. L’origine genetica della psoriasi è determinata dalla presenza e dall’interazione reciproca di diversi geni polimorfici, che condizionano sia la risposta immunitaria, sia le funzioni infiammatorie e proliferative dell’epidermide. Talvolta, è stata rilevata anche la responsabilità di alcuni fattori ambientali nel determinare l’insorgenza e la riacutizzazione della psoriasi, soprattutto in età pediatrica. Tra di essi assumono particolare importanza:

    • le infezioni
    • lo stress emotivo
    • fattori ormonali, come la pubertà
    • le variazioni climatiche
    • i fattori endocrini
    • i traumi
    • l’assunzione di particolari farmaci

    Trattamenti disponibili

    Grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, oggi, i bambini che soffrono di psoriasi hanno a disposizione diverse opzioni terapeutiche. Tuttavia, la psoriasi è una malattia che non ha una cura definitiva, quindi può durare anche tutta la vita variando l’intensità e la comparsa dei suoi sintomi. La diagnosi della psoriasi nei bambini può essere semplice se in famiglia ci sono già altri casi simili, ma può anche essere confusa con altre patologie cutanee e quindi trattata in modo incongruo. Pertanto è importante che la psoriasi nei bambini venga trattata adeguatamente. Per raccomandare un determinato trattamento, il dermatologo prende in considerazione diversi fattori, inclusi:

    • il tipo di psoriasi
    • le aree del corpo interessate
    • la gravità dei sintomi
    • l’impatto della psoriasi sulla vita quotidiana
    • l’età e l’anamnesi medica

    La terapia nei bambini affetti da psoriasi è quasi esclusivamente di tipo locale. Attualmente sono disponibili numerosi e diversi trattamenti dermatologici, tra cui le classiche creme a base di principi attivi farmacologici, la fototerapia, le terapie sistemiche tradizionali e i trattamenti biologici.

    Cure farmacologiche

    In età pediatrica sono largamente utilizzate le creme emollienti o idratanti a base di cortisonici, calcipotriolo (un derivato della vitamina D), tazarotene, catrame vegetale, anti-infiammatori non steroidei. Nelle forme squamose e solo nel bambino più grande si possono applicare creme cheratolitiche, con acido salicilico, urea, miscele di alfa e beta idrossiacidi, in grado di far staccare le squame e favorirne l’eliminazione.

    Fototerapia

    Le forme più lievi di psoriasi nei bambini possono essere controllate dalla fototerapia, un trattamento cutaneo basato sull’esposizione a diversi tipi di luce ultravioletta (UV). Questo è un trattamento disponibile solo presso centri specializzati, ma è anche indicata la normale esposizione al sole, specie nei bambini, per affievolire i sintomi esantematici tipici della psoriasi lieve. Tuttavia, è bene ricordare che un’eccessiva e inadeguata esposizione può risultare dannosa.

    Terapia sistemica

    In caso di psoriasi eruttiva, è consigliabile una terapia antibiotica contro le infezioni che causano la psoriasi infantile. I farmaci sistemici tradizionali vengono assunti per via orale e i principali sono Retinoidi, Metotrexate, Ciclosporina, Mofetil Micofenolato e Tacrolimus.

    Farmaci biologici

    I farmaci biologici, attualmente disponibili, vanno ad agire su specifiche proteine che sono presenti in quantità maggiori nei soggetti affetti da psoriasi grave. Poiché i farmaci biologici sono in genere costituiti da proteine, non possono essere assunti per via orale e vengono tipicamente somministrati sotto forma di iniezione sottocutanea o di infusione intravenosa. Tuttavia, i farmaci biologici non sono indicati per ogni paziente psoriasico, ma devono essere presenti determinate condizioni di gravità di malattia e d’impossibilità ad attuare le terapie tradizionali. Per fortuna, la psoriasi grave nei bambini ad oggi è piuttosto rara.

    Rimedi naturali

    Molte cure naturali sono disponibili per alleviare i sintomi della psoriasi nei bambini. Tra queste possono essere citati:

    • Aloe vera in crema
    • Bagni di farina d’avena
    • Integratori di vitamine e alimentari, come l’olio di enotera, la vitamina D e il cardo
    • Umidificare gli ambienti della casa
    • Applicare dell’olio d’oliva o dell’olio di ricino sulla pelle squamosa
    • Aceto di mele diluito in acqua tiepida per contrastare il prurito
    • Impacchi di camomilla

    Psoriasi nei bambini e alimentazione

    Il rapporto tra psoriasi e alimentazione è oggetto di numerosi studi da anni. In molti ritengono che lo sviluppo della malattia può essere aggravata dallo stile di vita alimentare giornaliero. Quindi è importate che chi è affetto da psoriasi segua un corretto regime dietetico per prevenire peggioramenti della malattia e per non indurre patologie spesso associate, come diabete o disturbi cardiovascolari.

    L’alimentazione dei bambini affetti da psoriasi dovrebbe prevedere l’assunzione di cibi contenenti Vitamina A, C, acido folico, selenio, acidi grassi omega-3 e zinco, ed evitare nel contempo un eccesso di acido arachidonicoalto, proteine e grassi animali. Ecco nel dettaglio i cibi da limitare e quelli da preferire per i bambini affetti da psoriasi.

    Cibi da limitareCibi da preferire
    Carni rosseFarine integrali
    InsaccatiFrutta
    FrittureVerdura
    SaleCarni bianche
    LatticiniPesce
    ZuccheroFermenti lattici
    CioccolatoLegumi