Psoriasi alle mani: sintomi iniziali, rimedi e cura

La psoriasi delle mani è una patologia infiammatoria della cute, generalmente cronica e spesso recidivante, che colpisce circa l’1-2% della popolazione mondiale. Purtroppo, la psoriasi non è un semplice problema dermatologico, ma può avere ripercussioni sulla sfera psicologica a causa dei fastidiosi sintomi estetici. Non esiste ancora una cura definitiva, ma sono disponibili dei rimedi per attenuare il problema.

da , il

    Quali sono i sintomi iniziali della psoriasi alle mani, i rimedi e la cura?

    La psoriasi è un’infiammazione cronica e recidivante della pelle, di natura non contagiosa e neppure infettiva. È un disturbo autoimmune causato da un’alterata attività dei linfociti T, preposti alla difesa dell’organismo, i quali provocano un’accelerazione nella crescita dell’epidermide in alcune zone del corpo. La produzione cellulare passa così da 28 a 4 giorni. Non si tratta quindi di una malattia, ma di un’anomalia cutanea, che può comparire e scomparire spontaneamente. La psoriasi può interessare qualunque parte del corpo ma in questo articolo ci occuperemo, in particolare, di quella relativa alle mani.

    Cos’è la psoriasi alle mani

    La psoriasi è una malattia infiammatoria sistemica cronica, non contagiosa né trasmissibile. Può interessare tutto il corpo, ma il suo impatto più visibile è a carico della cute. Oltre agli effetti fisici, la psoriasi può avere anche un impatto emotivo e psicologico, che non deve essere sottovalutato. In alcuni casi la psoriasi può essere gestita con trattamenti prescritti dal medico generico, mentre in altri continua a influenzare la vita quotidiana di chi ne soffre, a dispetto della terapia. Tra le condizioni dermatologiche, la psoriasi è quella che talvolta sembra avere un più profondo impatto sulla qualità di vita di un individuo che ne soffre a causa degli effetti di stigmatizzazione che può suscitare. Ma le lesioni psoriasiche che compaiono sul dorso delle mani si sono dimostrate le più invalidanti rispetto ad altre zone del corpo interessate, come la psoriasi alle unghie, ai palmi delle mani, al viso o alle zone genitali.

    La psoriasi delle mani è rara nei bambini ma può insorgere, comunque, a qualsiasi età. Solitamente compare tra i 20 e i 30 anni, ma può presentare un secondo picco di incidenza nella fascia di età tra i 50 e i 60 anni. In genere, una comparsa precoce della psoriasi si associa ad una forma più grave.

    Sintomi iniziali

    La psoriasi è una malattia della pelle, che si manifesta in modi diversi a seconda delle forme in cui si presenta. Prevalentemente sull’epidermide compaiono arrossamenti e chiazze con desquamazioni e pelle morta. La parte interessata è spesso rialzata rispetto a quella sana e sporadicamente può essere associata a prurito. I livelli di arrossamento e desquamazione sono diversi a seconda della gravità della malattia, che va da un livello lieve a un livello molto grave. Può colpire l’intera superficie della mano, oppure localizzarsi in alcune parti della sua superficie. La psoriasi delle mani compare soprattutto a livello delle nocche e il trattamento non è semplice poiché le mani sono esposte a numerose aggressioni esterne. La pelle delle mani viene, infatti, continuamente aggredita dall’uso di sostanze chimiche, dai frequenti lavaggi e dall’esposizione agli sbalzi climatici, che ne peggiorano le condizioni in caso di irritazioni o infiammazioni. Tra i sintomi iniziali più evidenti della psoriasi delle mani ci sono:

    • vescicole e ragadi
    • forti arrossamenti
    • placche in rilievo
    • abbondante desquamazione
    • prurito
    • dolore

    Possibili cause

    Le cause della psoriasi delle mani non sono ancora del tutto note, ma si ritiene che vi siano alcuni fattori di rischio in grado di predisporre allo sviluppo della patologia. Tali fattori scatenanti possono essere:

    Predisposizione genetica

    Circa il 33% dei casi di psoriasi delle mani riguarda soggetti che hanno familiari affetti dalla stessa patologia; ciò suggerisce la presenza di una componente genetica ereditaria della patologia.

    Recenti ricerche hanno mostrato che il rischio di un bambino di sviluppare la psoriasi, nel caso di entrambi i genitori affetti dalla malattia, è del 41%; il rischio scende al 14% nel caso che soltanto uno dei due genitori abbia la psoriasi; il rischio è del 6% se la malattia ha invece colpito un fratello o una sorella. Le varie ricerche effettuate hanno evidenziato che esistono diversi geni coinvolti nell’insorgenza della patologia. Tuttavia, il fattore genetico non è una condizione sufficiente a sviluppare la malattia; nella gran parte dei soggetti, infatti, la psoriasi delle mani si manifesta a seguito di un evento scatenante.

    Processi infettivi

    Alcuni soggetti sviluppano la psoriasi delle mani a causa di un’infezione virale o di un’infezione batterica. Per esempio, infezioni da streptococco ß-emolitico di Gruppo A precedono a volte la comparsa della psoriasi. Si ritiene che un’eccessiva risposta del sistema immunitario a determinate infezioni possa provocare la comparsa della psoriasi in soggetti predisposti.

    Stile di vita

    Molti studi sembrano indicare che le persone con un buon stile di vita abbiano una minore tendenza allo sviluppo della psoriasi delle mani. Al contrario, si ritiene che un eccessivo abuso di alcol e di fumo, predispongano allo sviluppo della malattia. Inoltre, anche l’obesità e lo stress sono considerati importanti fattori di rischio.

    Comorbilità

    È stato osservato che i soggetti affetti da morbo di Crohn, colite ulcerosa o da problemi di tipo metabolico siano più frequentemente colpiti dalla psoriasi delle mani.

    Cure farmacologiche

    La psoriasi delle mani è una malattia cronica per cui non è ancora disponibile alcuna cura, le conoscenze in materia continuano a evolversi e a migliorare. Esistono diverse opzioni di trattamento ma, a causa del fatto che ogni caso è diverso dagli altri, trovare il trattamento o la combinazione di trattamenti adatta potrebbe richiedere tempo.

    La diagnosi tempestiva dei primi segnali di psoriasi delle mani può aiutare a prevenire o limitare il danno cutaneo che compare negli stadi avanzati della malattia. La terapia è consigliata dallo specialista in base alla storia clinica del paziente, alla gravità del coinvolgimento dermatologico e alla tollerabilità ai diversi tipi di farmaci. Obiettivi della terapia sono quelli di alleviare il dolore, ridurre il gonfiore, prevenire il danno articolare. Tra i trattamenti farmacologici più efficaci per la psoriasi delle mani ci sono le creme a base di cortisone, da usare per tempi brevi, per evitare la ricomparsa improvvisa di una psoriasi pustolosa o eritrodermica.

    Rimedi naturali

    I rimedi per la psoriasi delle mani sono gli stessi impiegati per la psoriasi che interessa il resto del corpo: sono quindi necessarie delle semplici precauzioni da seguire durante tutto l’anno:

    • esporsi al sole con le dovute precauzioni
    • usare prodotti a base di zolfo e acido salicilico
    • scegliere dei cosmetici emollienti e lenitivi
    • indossare i guanti per proteggere la pelle delle mani dal vento e dal freddo invernale
    • eseguire una detersione delicata con prodotti specifici
    • evitare i detergenti aggressivi e schiumogeni e i lavaggi troppo frequenti
    • indossare sempre i guanti durante le pulizie domestiche
    • applicare una crema emolliente a base di burro di karitè più volte al giorno