Psicologia: la donna si conquista col telefonino ma ad una condizione!

Nell'era delle ipertecnologia, cambiano i costumi e anche il cellulare può essere un'arma di seduzione ma ad una condizione, che non ci si renda ridicoli e fastidiosi

da , il

    SMS

    Avete passato la vita in palestra nel tentativo di gonfiare i vostri bicipiti come palloncini con la certezza, magari solo vostra, che così facendo le donne vi sarebbero cadute ai piedi? Sbagliato, sarà bene che mettiate un po’ a riposo le fibre muscolari e vi dedichiate a quelle cerebrali, perché alla donna può interessare poco o niente ritrovarsi dietro un uomo che la corteggia sfoggiando masse muscolari degne di un manzo pronto al sacrificio estremo; secondo una ricerca britannica a far colpo nelle donne è quello che scriverete, da adesso in poi, sul suo cellulare quando le invierete un messaggio.

    Dunque, premesso che le donne intervistate non pretendevano di certo che dall’altro capo del “filo” a scrivere fosse Alessandro Manzoni, ciò che colpisce di più il gentil sesso ben rappresentato dall’interessante analisi anglosassone, era che il latore dei messaggini conquistasse si un muscolo, ma quello cardiaco della donna con simpatica ironia, magari facendo ridere la destinataria del SMS, così come graditi sono tutti quei richiami che affascinano la donna e la conquistino col garbo e un pizzico di cultura e galanteria che non guasta mai.

    Certo, i romantici sono avvisati, pollice su anche per il mazzo di fiori magari accompagnati da un bel bigliettino, ma nell’era della tecnologia galoppante, pare che quello che può fare un SMS al momento giusto e, soprattutto ben fatto, non sia altrettanto possibile farlo coi fiori, sia pure profumati e cromaticamente irresistibili.

    E che fosse ben nutrita la schiera di donne inglesi che così la pensano, lo dimostra il fatto che sette donne e mezzo su dieci,ritiene seducente il tentativo di conquista proveniente da un uomo che ci sa fare con le parole, sia pure mediate con la tastiera di un cellulare, del resto è il sistema moderno di essere galanti quello che un tempo era affidato alle patinate pagine di una lettera infarcita di frasi poetiche e forbite.

    Dimmi che messaggi mandi e ti dirò chi sei

    Sempre secondo il sondaggio, le donne avrebbero classificato il maschio in diverse categorie in base al tipo di messaggi che riesce a mandare, scoprendo anche che nei gruppi individuati c’è una certa uniformità di stili.

    Genere Russel: a tale genere si rimandano quegli uomini che mandano sms di media lunghezza, tuttavia intrisi da una vena ironica, piacevole e gustosa, allusiva, intuitiva ma non immediatamente, si dovrà rileggere magari il messaggio per ben capire dove voleva andare a parare il corteggiatore. Ma, se, come si dice, il soverchio rompe il coperchio, nel mandare tali messaggini gli uomini dovranno però evitare l’allusione troppo esasperata che finisce per indispettire, vanificando ogni tentativo, 30 donne su 100 ne sono convinte.

    James Bond: attento, il telefonino non è il cinema

    Attenzione dovranno prestare quegli uomini che puntano al cuore della donna corteggiata senza mezzi termini, in maniera diretta senza far trasparire alcuna emozione; se va bene al 46% delle donne questo tipo di messaggio, rende furiose le altre 56 che indispettite reputano l’uomo privo di responsabilità e di immaginazione.

    Attenzione anche per gli per uomini non proprio sbarbatelli che per far colpo scrivono messaggi con abbreviazioni del tipo usato dai giovanissimi magari per sembrare degli eterni giovanotti ed al passo coi tempi. Questo tipo di uomini potrebbe essere definito “Simbolico”, molto meglio sarebbe chiamarli stupidotti per non dire altro, lo dicono 63 donne su 100 che rifiutano l’idea di essere corteggiate da uno sciocco.

    Se poi si appartiene a quella categoria di persone per le quali “il se sarei è uguale al se fossi “ vista la diuturna lotta con la grammatica italiana, state in campana, la donna potrebbe defenestrarvi al primo messaggino, infastidita a morte dalla vostra disarmante ignoranza e, addirittura, lo dice una donna su quattro, dalla vostra stupidità.

    Attenzione ai novelli drammaturghi via etere che monopolizzano la sim della amata con pagine e pagine di messaggi trasferendo a lei il proprio dolore di esistere in mancanza del riscontro di uno sguardo della donna desiderata. I paroloni, i messaggi che si ingarbugliano perché troppo lunghi, rendono furiosi come una bufala il 20% delle donne che ritengono quest’uomini soli, disperati e angosciati; figurarsi chi, a parte la Croce Rossa, vorrà avere a che fare con questi soggetti stanchi persino di respirare e in perenne angoscia.

    Ma mai ci fu cosa più “democratica “ dei messaggi, li scrivono monarchi, ministri e “servi della gleba”! li scrivono uomini e donne con la stessa intensità, ma, secondo uno studio recente, pare che la donna sia più oculata del rappresentante del sesso forte, nel mandare un SMS, se è vero che vi si dedica con una certa attenzione perdendo almeno un quarto d’ora prima di mandare un messaggio, lo fa il 76% delle donne…. Tutte disoccupate?

    Ma c’è di più, il 35% delle donne prima di scrivere o rispondere ad un messaggio del maschio corteggiatore, si rivolge all’amica del cuore alla quale demanda l’ingrato compito di valutare o me l’opportunità di inviare il dolce messaggino spesso di ritorno.

    Ed infine, spazio anche alla donna un tantino cattivella, per usare un eufemismo, qualsiasi altro epiteto vorrete usare tenetevelo per voi! Questo tipo di donna anche se vibra come una corda di violino al solo pensiero di un uomo, fa passare almeno un paio d’ore prima di rispondergli, una sorta di passione al bagnomaria dove far cuocere a fuoco lentissimo la sofferenza del maschio impetuoso; evitare di supplicare, insistere con altri messaggi, il 63% delle donne che ricorre a questo tipo di “bollitura” non lo fa per torturare l’uomo e non si commuoverà di fronte a supplicvhe di qualsiasi genere, se agisce così lo fa per trasmettere, stavolta subliminalmente, che lei, la donna desiderata, non è tipo da concedersi con facilità. La possibilità di incappare in questo tipo di donna “tortuosa” è alta, ben sei volte e mezzo su dieci. Dall’altro capo del filo, distrarsi con altre attività e non scivolare nella disperazione più nera, forse nulla è perduto, anzi, potrebbe darsi che l’amata l’abbiate conquistata al punto che, senza saperlo, “frigge” con voi della stessa passione!