Psicologia: il conflitto razziale

La societa' moderna e' globalizzata e multiculturale, ma non si esclude che in una societa' moderna esistano fattori di conflitto, specialmente razziali, che costituiscono un problema per il raggiungimento della convivenza e della condivisione degli spazi fra diverse etnie

da , il

    Multietnico

    Si parla spesso di fattori determinanti per la convivenza nella societa’, pensando solo alle politiche sociali e alle offerte di servizi e strutture per accogliere gli immigrati, ma raramente si pensa che la capacita’ di accogliere l’altro dipende essenzialmente dalla personale predisposizione psicologica di chi accoglie e di chi e’ accolto.

    La societa’ moderna e’ globalizzata e multiculturale, ma non si esclude che in una societa’ moderna esistano fattori di conflitto, specialmente razziali, che costituiscono un problema per il raggiungimento della convivenza e della condivisione degli spazi fra diverse etnie. Spesso alla base della non – accettazione del prossimo ci sono dei comportamenti e dei valori che sono radicati nella cultura sociale e religiosa, che possono determinare le reazioni di tolleranza o di intolleranza.

    Non e’ pero’ cancellando le differenze concrete tra individui che si arriva alla convivenza pacifica, anzi, quello che era il compito della globalizzazione non e’ riuscito; obiettivo fallito in fatto di cancellazione delle differenze: le differenze nella societa’ multietnica al contrario si accentuano, per creare distinguo e per manifestare l’appartenenza alla propria origine.

    La differenza a livello di societa’ sta invece nel fatto che il modo di convivere attuale non considera piu’ tanto la razza in se’, ma va a vedere la cultura della persona; il nero, il rosso, il bianco scompaiono, per lasciare il posto alla religione e alle tradizioni diverse. La differenza rispetto al passato risiede quindi nei contenuti e non nell’aspetto, se cosi’ si puo’ dire.

    La discriminante nella tolleranza risiede ancora una volta nella psiche di ciascuno: per ogni azione e parte di comportamento o di cultura la psiche assegna un giudizio, se i giudizi danno un risultato positivo la persona sara’ TOLLERATA, se la somma dei giudizi dara’ un risultato non accettabile la persona sara’ DISCRIMINATA.

    Il rischio nella societa’ moderna e multietnica e’ che i giudizi siano assegnati aprioristicamente, poiche’ i tempi della vita moderna sono troppo ristretti per generare reale conoscenza. Questo significa che potrebbe esserci un fenomeno sociale legato alla classificazione per categorie, che risponde alle necessita’ del mondo moderno, ma non corrisponde alla realta’.