Psicologia: boom aiuto telefonico per uomini

Psicologia: boom aiuto telefonico per uomini

La crisi si abbatte imnplacabile sul sesso forte: disoccupazione, problemi economici, precarietà aprono la strada a depressione e disagi che l'uomo sfoga, a sorpresa, chiamando le linee di supporto psicologico telefonico

da in Benessere, Disagio, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    Aiuto telefonico per gli uomini in crisi

    Da anni le cosiddette sono operative nel nostro Paese le help line, cioè le linee telefonico di aiuto e sostegno psicologico. In genere si crede che vi ricorrano soprattutto donne e ragazzi, i più deboli per definizione. Invece, oggi si registra un’inversione di tendenza e a chiedere aiuto telefonico sono sempre di più gli uomini.

    Infatti, secondo i dell’Osservatorio sul Disagio Emotivo di Telefono Amico Italia, analizzati da Astra Ricerche sulle 100 mila chiamate ricevute l’anno scorso al numero unico nazionale, il 70% delle chiamate ricevute nel 2009 sono state fatte da uomini, per lo più over 35.

    Quali sono i motivi di questo “boom” di richieste di supporto psicologico negli uomini di mezza età? La risposta, di questi tempi, appare piuttosto scontata: la crisi economica. Chi chiama, infatti, lo fa per sfogarsi per problemi economici e la precarietà del lavoro.

    C’è paura per il futuro, il timore di perdere la casa, tutto condito da una naturale maggiore ritrosia maschile a mostrarsi deboli e fragili.

    Ed è proprio questa maggiore chiusura tipica del maschio ad aumentare e alimentare il disagio e la depressione, e a spingere allo sfogo anonimo con volontari e psicologi delle linee telefoniche. Per altro gli uomini sono realmente più colpiti delle donne da questa crisi: ”La crescente disoccupazione è concentrata nel settore manifatturiero, dove il tasso di attività era ed è comunque molto più alto tra gli uomini mentre le donne, più concentrate nel terziario, hanno pagato meno dazio per la crisi, oltre a dimostrare una forte e inedita capacità di resistere alle pressioni volte a farle tornare a casa” spiega Enrico Finzi, sociologo e ricercatore di Astra Ricerche.

    345

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereDisagioPsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI