Prurito intimo esterno: cause, rimedi naturali e farmacologici

Prurito intimo esterno: cause, rimedi naturali e farmacologici
da in Apparato genitale, Prurito
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:07

    prurito intimo esterno cause rimedi naturali farmacologici

    Il prurito intimo esterno è molto fastidioso, sia esso femminile, accompagnato anche da perdite bianche, che maschile. Quando il fenomeno riguarda le donne, spesso si può manifestare prima del ciclo e in questo caso il tutto è da ricondurre a dei cambiamenti ormonali che si verificano nell’organismo. Altre volte si può trattare di infezioni vaginali, di vestibolite vulvulare oppure il tutto può essere ricondotto ad un problema creato dalla menopausa o da un’igiene intima sbagliata. Se il prurito interessa gli uomini, potrebbe trattarsi anche di un problema di scabbia, di pidocchi del pube o semplicemente di un fenomeno idiopatico. In ogni caso teniamo presente che ci sono dei rimedi naturali, anche per il bruciore e il gonfiore, oltre che quelli farmacologici da adottare a seconda dei casi.

    Le cause nelle donne

    Le cause del prurito intimo esterno nelle donne possono essere di varia natura. Si potrebbe trattare di un’infezione vaginale, la quale, comunque, può colpire anche la vulva, la cervice e l’endometrio. Tra queste infezioni, le più diffuse sono quelle che vanno rapportate alla candida o quelle causate da alcuni batteri. In genere questo tipo di problema è accompagnato da perdite di cattivo odore. La vestibolite vulvulare consiste in un’infiammazione cronica della parte esterna della vagina. Questa patologia può portare ad un fastidio dopo un rapporto e al bruciore intimo. Magari si potrebbe trattare anche di una cistite, con un bruciore che diventa più acuto durante la minzione. Anche la menopausa, con il calo di estrogeni che ne consegue, può essere una causa da tenere in considerazione. Il periodo che segue a quello della fertilità ha delle conseguenze sull’equilibrio della mucosa vaginale: possono comparire problemi di secchezza vaginale che portano proprio al prurito. A volte si può trattare di un problema ascrivibile ad un’igiene intima sbagliata. Forse si usano prodotti detergenti irritanti oppure si utilizzano prodotti chimici per la depilazione, che portano all’infiammazione dei follicoli. Si potrebbe trattare semplicemente di un’allergia alla biancheria, specialmente ai tessuti sintetici.

    Le cause negli uomini

    Le cause del prurito intimo esterno negli uomini non sono sempre imputabili ad un problema in particolare. Si può trattare soltanto di un prurito idiopatico. La ricerca scientifica ha dimostrato che, per esempio, può avere un’influenza la cosiddetta radicolopatia lombosacrale. Si tratterebbe di un danneggiamento dei nervi, che in genere comporta anche dolori alla schiena e alle gambe. Se il prurito intimo assume un carattere cronico, può essere l’indicazione di qualcosa di più grave. Si potrebbe trattare anche di qualche malattia dermatologica, fra le quali possiamo ricordare la scabbia e i pidocchi del pube. La prima patologia è causata dagli acari ed è molto contagiosa. La seconda è un’infezione che può trasmettersi attraverso un rapporto sessuale o per contatto con biancheria intima o vestiti.

    I rimedi farmacologici

    Ci sono dei casi in cui i rimedi naturali per il prurito intimo esterno possono anche non essere la soluzione giusta. In caso di infezioni ci si dovrebbe rivolgere tempestivamente al medico di fiducia, che saprà consigliare anche un ciclo di antibiotici, se il problema è causato da batteri. In genere i farmaci che maggiormente vengono utilizzati, anche ad uso topico, sono quelli antifungini, che sono rappresentati da medicinali come il miconazolo, il clotrimazolo e il tolnaftate. Sono trattamenti utili nel caso delle infezioni fungine e sono disponibili anche sotto forma di polveri da applicare sulle parti intime.

    I rimedi naturali

    Può essere d’aiuto indossare della biancheria intima esclusivamente di cotone, evitare i vestiti stretti e fare degli impacchi a base di camomilla. Ci sono a disposizione anche, per le donne, delle lavande vaginali contro le irritazioni e le infezioni. I rimedi della nonna consigliano di usare l’aceto bianco e l’acqua, per lavare tutta la parte intima. Un altro ingrediente efficace potrebbe essere lo yogurt, che ha la proprietà di ricostituire i naturali batteri che si trovano nell’apparato intestinale e genitale femminile.

    799

    LEGGI ANCHE