NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Prurito in testa: cause, rimedi e cosa fare

Prurito in testa: cause, rimedi e cosa fare

Il prurito alla testa ha diverse cause, dalla dermatite seborroica alla tigna

da in Prurito
Ultimo aggiornamento:

    prurito in testa cause rimedi cosa fare

    Prurito in testa: quali sono le cause e i rimedi? Cosa fare? La sensazione può essere davvero molto fastidiosa e spesso le tentiamo tutte, per cercare di trovare la soluzione più adatta. Il prurito al cuoio capelluto è l’effetto di un’irritazione o di una secchezza, che può essere dovuto all’esposizione prolungata al sole, alle alte temperature o all’inquinamento. Ci sono anche degli altri motivi che stanno alla base del prurito, che può essere contrastato con dei rimedi naturali oppure rispettando alcune regole generali, che si dimostrano utili a scopo precauzionale. Vediamo più di preciso di che cosa si tratta.

    Le cause

    Le cause del prurito in testa possono essere molte. Quella più comune è la presenza di forfora o della dermatite seborroica, dovuta soprattutto alla pelle grassa e a fattori ambientali, come l’uso di prodotti per capelli non adeguati, l’acne, lo stress e l’obesità. Alla base del prurito alla testa ci possono essere anche malattie autoimmuni o infiammatorie, infezioni, allergie e pidocchi. Questi ultimi sono estremamente contagiosi e determinano un forte prurito, che può causare anche lacerazioni cutanee e può comportare il rischio del manifestarsi di infezioni batteriche secondarie.

    Anche batteri e lieviti possono infettare la cute e, tra i problemi più frequenti di prurito al cuoio capelluto, c’è anche la psoriasi, un disturbo infiammatorio cronico. Altri disturbi alla base del problema possono essere l’eczema, la follicolite, infezioni fungine, come la tinea capitis o tigna, il lupus e le scottature solari.

    I rimedi

    I rimedi per il prurito in testa vanno valutati dal medico a seconda della causa che sta alla base del disturbo. Ci sono, tuttavia, dei rimedi naturali che possono servire a rimediare soprattutto all’effetto di irritazione o di secchezza, che può essere una causa del prurito. Fra le soluzioni naturali a disposizione, bisogna ricordare l’aloe, che è disponibile anche in pomate, gel, shampoo ed ha un’azione rinfrescante ed antinfiammatoria.

    Si può provare anche con l’aceto, che è capace di attenuare il prurito. Basta immergere il pettine in una soluzione a base di acqua e di aceto di mele. Molto utile può essere anche la peonia, che si trova in erboristeria o in farmacia sotto forma di shampoo.

    Cosa fare

    Cosa fare contro il prurito alla testa? Si può provare a cambiare shampoo e balsamo per almeno 2 settimane, in modo da eliminare i residui accumulati con l’uso dei soliti prodotti. E’ bene provvedere ad asciugare bene i capelli ogni volta che ci si fa lo shampoo. Se il cuoio capelluto rimane umido, accumulerà più facilmente residui e si seccherà con più immediatezza a causa dell’evaporazione. E’ opportuno prendersi cura dei proprio capelli, spazzolandoli o pettinandoli più volte nel corso della giornata, in maniera delicata, per distribuire il sebo uniformemente.

    Si devono controllare anche i prodotti che si usano, eliminando tutti quelli che possono contenere alcool, perché quest’ultimo causa secchezza. E’ sempre un’ottima idea usare un balsamo di buona qualità, che dona morbidezza alla chioma. E’ necessario mantenere la giusta idratazione del cuoio capelluto, anche attraverso la giusta quantità di acqua assunta ogni giorno ed occorre prendere alcune precauzioni, non grattandosi eccessivamente e tenendo le unghie ben pulite, perché, grattandosi, potrebbero subentrare delle infezioni.

    642

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Prurito
    PIÙ POPOLARI