Prurito in gravidanza: rimedi naturali

Prurito in gravidanza: rimedi naturali

Il prurito in gravidanza può essere trattato con appositi rimedi naturali

da in Gravidanza, Prurito, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:

    prurito in gravidanza rimedi naturali

    Il prurito in gravidanza può essere molto fastidioso. In genere si tratta di un effetto collaterale dei cambiamenti ormonali legati alla gestazione. Altre volte può essere legato a specifiche patologie, come, per esempio, il diabete gestazionale o la colestasi. Si può trattare di prurito alla pancia, alle mani e ai piedi, intimo, e a volte può essere davvero forte. Tuttavia non dimentichiamo che si può rimediare. A nostra disposizione, infatti, ci sono tanti rimedi naturali, tutti da tenere in considerazione. Vediamo nello specifico quali sono.

    Per trovare sollievo si può fare un bagno alla menta piperita oppure ci sono delle applicazioni a base di determinate sostanze. Una miscela può essere costituita da miele e polvere di cannella; si può applicare il tutto sulle aree interessate, specialmente sugli arti. Un altro impasto che si può fare è quello rappresentato da due tazze di farina d’avena e acqua calda. C’è anche chi ritiene opportuno provare con l’aceto di mele mescolato con l’acqua, per lavare le parti dove si avverte maggiormente la sensazione sgradevole.

    E’ molto importante evitare che la pelle si secchi, ecco perché è fondamentale utilizzare un’apposita crema idratante o, in alternativa, olio di cocco e succo di lime oppure aloe vera, olio di fegato di merluzzo, succo di limone, olio di vitamina E e quello di germe di grano.

    Per mantenere la cute più morbida può essere utile anche l’olio di mandorla dolce, quello di jojoba o quello alla rosa mosqueta, prodotti che si possono rintracciare agevolmente in erboristeria.

    In ogni caso, ricordiamoci che è molto importante curare l’alimentazione. Innanzi tutto è bene bere molta acqua, in modo che il nostro organismo sia idratato adeguatamente. Poi è essenziale eliminare dalla dieta le pietanze molto condite, quelle piccanti a base di molte spezie o quelle grasse. In questo modo si favorisce la digestione, producendo un certo sollievo dal problema.

    Se quello che affligge è il prurito al cuoio capelluto, si può provare con uno shampoo all’argilla, che va usato insieme a delle applicazioni di decotto di bardana. In alternativa, ci sono degli impacchi specifici di fanghi proprio per i capelli.

    Se l’irritazione è causata da una puntura di insetti e non si vuole ricorrere a prodotti chimici in gravidanza, possiamo strofinare per qualche minuto sulla parte del corpo colpita una cipolla tagliata a metà. Da tenere in considerazione, in questo senso, per le sue capacità disinfettanti, l’olio essenziale di melaleuca, insieme a delle spugnature tiepide di tè verde.

    515

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaPruritoRimedi naturali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI