NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Prurito al palato: cause e rimedi

Prurito al palato: cause e rimedi

Il prurito al palato è spesso sintomo di patologie perlopiù allergiche

da in Allergie, Omeopatia, Rinite allergica
Ultimo aggiornamento:

    C_2_foto_167915_image

    Prurito al palato, quali sono le cause e quali i possibili rimedi? Il prurito al palato non è di per sé una patologia, bensì uno dei sintomi caratteristici di alcune condizioni particolari perlopiù allergiche. Se associato a prurito al naso, alla lingua o agli occhi, magari accentuato dalla comparsa di starnuti, può essere un segnale dell’allergia ai pollini. In caso di rinite allergica (o “raffreddore da fieno”), invece, a tale prurito al palato molle vengono associate congestione, mal di gola o lacrimazione agli occhi. Tale rinite, inoltre, se non trattata adeguatamente può favorire la comparsa di altri problemi di salute più seri come l’asma, la sinusite o le otiti, con il rischio di infiammazioni anche importanti a carico delle orecchie.

    Cause
    Nel corso di un processo chiamato sensibilizzazione, il sistema immunitario individua erroneamente una sostanza innocua nell’aria come qualcosa di nocivo. La volta successiva che si viene a contatto con quella stessa sostanza, il sistema immunitario comincia a produrre anticorpi che provocano allergie, poichè questi anticorpi riconoscono la sostanza e la segnalano al sistema immunitario come nociva. Il prurito al palato è uno dei sintomi di questo processo allergico e può iniziare (o peggiorare) in un determinato periodo dell’anno. Anche se le reazioni allergiche possono cominciare a qualsiasi età, è molto probabile che si sviluppino durante l’infanzia o all’inizio dell’età adulta. E’ comune, poi, che le reazioni possano cambiare nel corso degli anni e che i sintomi (come il prurito) tendano a diminuire lentamente nel tempo. Un dato preoccupante è legato al fatto che la percentuale di italiani che soffrono di allergia è in costante crescita.

    Rimedi
    Per poter trattare la sintomatologia del prurito al palato, è necessario intervenire sull’allergia (o la patologia) scatenante. Spesso ai farmaci tradizionali vengono associati anche rimedi omeopatici che risultano essere molto utili nella cura della pollinosi. L’omeopatia, infatti, può essere usata sia in fase preventiva sia in fase acuta, non presenta effetti collaterali, non è tossica e può essere utilizzata ad ogni età e anche in caso di gravidanza. Il preparato più utilizzato è Pollens, un composto di pollini di varie origini diluiti. Tra i rimedi unitari vanno menzionati anche l’Allium cepa e l’Arsenicum album, che si utilizzano in caso di raffreddori allergici e per il prurito palatale. Quando l’allergia si concentra sugli occhi, il rimedio indicato è Euphrasia. Sabadilla è il rimedio tipico delle riniti con scolo acquoso, lacrimazione degli occhi e prurito. Infine, anche Sticta polmonaria e Dulcamara hanno un’azione specifica sulle mucose respiratorie e sul prurito del palato.

    545

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieOmeopatiaRinite allergica
    PIÙ POPOLARI