Prostata: la biopsia può causare infezioni

Prostata: la biopsia può causare infezioni

Un recente studio ha sottolineato il perché, gli uomini che si sottopongono alla biopsia prostatica, debbano fare molta attenzione: può dar luogo ad infezioni, anche gravi

da in Infezioni, Malattie, News Salute, Prostata, Salute Uomini, Biopsia
Ultimo aggiornamento:

    prostata biopsia infezioni

    La biopsia alla prostata, per evidenziare eventuali patologie, può causare infezioni, anche gravi. Per poter sapere, con una certa sicurezza, se vi è o no una patologia prostatica, gli uomini si sottopongono ad una serie di esami, tra cui la biopsia: esame diagnostico, che consiste nel prelievo di una porzione di tessuto, che viene successivamente analizzato. Un recente studio sottolinea come si debba fare particolare attenzione data la possibilità di incorrere in infezioni.

    Nonostante la biopsia prostatica rappresenti uno tra gli esami più importanti dello screening, per la tempestiva diagnosi di eventuali neoplasie, la ricerca pubblicata sul Los Angeles Times, ha reso noto e verificato come questo esame possa causare altri danni. Infatti, analizzando esami eseguiti su uomini che si erano sottoposti alla biopsia, è emerso come un elevato numero di questi ultimi sia stato colpito da infezioni anche gravi, alla prostata.

    Perché può avvenire ciò? Per la metodica con la quale si deve eseguire tale esame. Infatti, viene condotto mediante un ago, che attraverso il retto, raggiunge la prostata.

    Questo passaggio, è il più critico, in quanto agenti patogeni presenti nel tratto terminale dell’intestino, possono essere spostati prima alla vescica e poi alla prostata, con un’elevata percentuale di probabile infezione. Ecco perché occorre fare attenzione e valutare ogni sintomo o fastidio, anche dopo essersi sottoposti all’esame.

    289

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfezioniMalattieNews SaluteProstataSalute UominiBiopsia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI