Pronto soccorso estate: se il bimbo “inciampa” in un riccio o un corallo?

Pronto soccorso estate: se il bimbo “inciampa” in un riccio o un corallo?

Uno degli incidenti che possono minare la serenità della famiglia al mare è l’incontro del piccolo con il riccio di mare o il corallo, che può provocare lesioni ai suoi piedini

da in Bambini, Pronto Soccorso, Viaggi
Ultimo aggiornamento:

    pronto soccorso, estate in spiaggia per i bambini

    Estate in pieno svolgimento, scuole chiuse già da un mesetto e bambini in vacanza: ecco il quadretto tipico di questo periodo estivo, che rischia di essere minato da piccoli e grandi incidenti, domestici, ma soprattutto “in trasferta”, al mare. Camminando sul bagnasciuga o addentrandosi tra le onde del mare, il bambino può imbattersi in alcuni protagonisti “dolorosi” della vita marittima, il corallo e il riccio di mare.

    E’ tra gli imprevisti da mettere in conto, quando il piccolo è al mare e scorrazza tra spiaggia e bagnasciuga più o meno liberamente: il suo piedino può finire direttamente sulla superficie poco accogliente di un riccio di mare o di un corallo.

    Eventualità decisamente “antipatica” per il bimbo, che avverte dolore e fastidio, ma che non deve destare panico e allarmismo nei genitori, solitamente più apprensivi del dovuto. Infatti, l’incontro spiacevole con ricci e coralli, l’incidente imprevisto, nella maggior parte dei casi, causa solo piccole contusioni o ferite superficiali, raramente la lesione è più profonda.


    Per affrontare questa piccola emergenza da spiaggia nel modo corretto, è necessario, con le mani pulite, lavare bene la ferita, mettendola per qualche minuto sotto l’acqua corrente e arginare l’eventuale emorragia, la fuoriuscita di sangue dalla lesione o dall’escoriazione, effettuando una leggera pressione con alcune garze sterili, imbevute di disinfettante.

    Se l’incontro-scontro è avvenuto tra il bimbo e un riccio di mare e, soprattutto, con i suoi caratteristici e appuntiti aculei, è fondamentale controllare che nessuna delle spine sia penetrata nella ferita o nella zona circostante. Se si rileva la presenza di aculei, meglio eliminarli.

    348

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniPronto SoccorsoViaggi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI