Pronto per volare? Ricordati la melatonina

Pronto per volare? Ricordati la melatonina

Le vacanze sono un momento di svago e relax, non permettiamo al jet lag di rovinarcele

da in A tutta natura
Ultimo aggiornamento:

    sonno melatonina

    Voglia di mare, di vacanze e di viaggi lunghi! Ma per godere appieno delle vacanze bisogna fare i conti col jet lag. Come? Grazie alla melatonina! Quando si intraprende un viaggio dalle lunghe distanze siamo letteralmente “fusi”: ecco infatti, che compaiono stanchezza, nausea, sonnolenza e altri disturbi del sonno legati all’alterazione del ritmo circadiano e al cambio del fuso orario.

    Ma cos’è il jet lag? In rigore, è lo stato di fatica causato dalla desincronizzazione dei ritmi circadiani, che vengono stravolti per via dell’attraversamento di diversi fusi orari. Si altera così il sonno, sia la qualità che la durata dello stesso, rendendo necessario far passare qualche giorno per far sì che l’organismo si adatti al nuovo orario.

    Ma contrastare questo fenomeno e accorciare il tempo di recupero è possibile grazie alla melatonina. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che l’assunzione di melatonina può essere utile per migliorare i sintomi del jet lag e abbreviare i tempi di ripresa del fuso orario. Inoltre è una sostanza sicura e senza effetti collaterali.

    La prima regola, quindi, è sincronizzare il proprio orologio biologico con il ritmo luce-buio del Paese di arrivo, andando a dormire solo la sera, quando nel posto di arrivo è il momento di farlo. Anche l’alimentazione è fondamentale: è consigliabile pranzare e cenare seguendo l’orario del Paese di destinazione, bere molti liquidi, ed evitare bevande alcoliche o stimolanti.

    Contenuto di informazione pubblicitaria

    334

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN A tutta natura
    PIÙ POPOLARI