Probiotici: cosa sono e in quali alimenti si trovano

Probiotici: cosa sono e in quali alimenti si trovano

I probiotoci sono batteri “buoni”, che svolgono funzioni importanti a vantaggio della salute

da in Alimentazione, Batteri, Intestino
Ultimo aggiornamento:

    probiotici cosa sono alimenti

    I probiotici sono dei batteri “buoni”, in grado di svolgere importanti funzioni nel nostro organismo. Sono del tutto simili a quelli che si trovano di solito nell’intestino e costituiscono la flora batterica intestinale. Fra i microrganismi di questo tipo possiamo ricordare, ad esempio, i lactobacilli e il bifidobacterium. Riescono a combattere il colesterolo, sono utili contro il colon irritabile e apportano grandi benefici all’intero apparato intestinale. Per i vantaggi che danno sono consigliati anche ai bambini, magari sotto forma di fermenti lattici. Gli alimenti che ne sono ricchi sono il latte e i derivati.

    Cosa sono

    I probiotici, per definizione, sono quei batteri che, introdotti nell’organismo, riescono ad apportare numerosi benefici alla salute. Sono essenziali nell’aiutare a prevenire gonfiore addominale e stitichezza. In generale, infatti, riescono a badare al buon funzionamento di tutto l’apparato intestinale, contrastando i problemi determinati dalla sindrome del colon irritabile. In gravidanza permettono al feto di svilupparsi meglio e di raggiungere un peso adeguato, oltre che di ridurre il rischio di sviluppare il diabete gestazionale.

    Gli studiosi della McGill University di Montreal hanno dimostrato che, se assunti con regolarità, possono contrastare il colesterolo e gli acidi grassi. Sono molto utili contro l’acne, le irritazioni e l’invecchiamento cutaneo.

    Riescono a restituire l’equilibrio batterico dell’epidermide, specialmente nelle pelli sensibili e disidratate.

    Assumere probiotici in presenza di infezioni respiratorie, come il raffreddore, secondo uno studio dell’Università del New Jersey, renderebbe più veloci i tempi di guarigione. Riescono anche a stimolare le difese immunitarie, proteggendo dalle infezioni, come quelle determinate dalla candida.

    Si deve operare una distinzione dai prebiotici, che, presenti negli alimenti o assunti come integratori, aiutano la crescita e l’azione di alcuni batteri specifici del colon. Se mettiamo assieme probiotici e prebiotici, otteniamo i simbiotici, che favorisco la flora batterica e migliorano la sopravvivenza dei microrganismi “amici dell’uomo”.

    Gli alimenti

    In farmacia si possono acquistare probiotici in capsule o in polvere liofilizzata. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che questi batteri trovano un habitat ideale nel latte e nei suoi derivati. Ne abbondano, infatti, i prodotti lattiero – caseari, come lo yogurt. Il fatto è facilmente spiegabile, in quanto la maggior parte dei probiotici è costituita dai lactobacilli, che fermentano il lattosio, dando vita alla produzione di acido lattico.

    I cibi adatti vanno assunti a stomaco vuoto. In questa maniera i batteri non verranno ostacolati nel loro percorso dal pH dello stomaco e dall’azione acida dei succhi gastrici, raggiungendo intatti l’intestino crasso. L’assunzione dovrebbe essere protratta almeno per 3 o 4 settimane, perché possa risultare efficace.

    525

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBatteriIntestino
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI