Prevenzione: esercizio fisico e alimentazione

Prevenzione: esercizio fisico e alimentazione
da in A tutta natura, Benessere, Prevenzione
Ultimo aggiornamento: Lunedì 12/10/2015 14:48

    attivita-fisica-e-alimentazione

    Esercizio fisico e alimentazione sono tra i fattori che maggiormente incidono sulla salute dell’organismo, fondamentali per prevenire malattie ad ampio spettro. Le statistiche confermano, infatti, che uno stile di vita scorretto aumenta vertiginosamente le probabilità di contrarre malattie più o meno gravi: dall’obesità al sovrappeso, fino a patologie cardiovascolari e neuro degenerative. In tale ottica la prevenzione si rivela assolutamente indispensabile.

    sport

    Una regolare attività fisica, anche moderata, è un autentico toccasana per la salute di grandi e piccini. Essa, infatti, riduce il rischio d’incorrere in patologie croniche, contribuisce a ricaricarci dal punto di vista psicofisico e comporta tanti altri benefici: dal controllo del livello glicemico alla prevenzione di malattie metaboliche e cardiovascolari, dal mantenimento del peso forma alla riduzione della pressione arteriosa. Come premesso, non è indispensabile che l’allenamento sia di tipo intensivo, a contare è piuttosto la regolarità. Anche una semplice passeggiata, un giro in bicicletta o persino lo svolgimento dei lavori domestici contribuiscono a mantenerci in salute. Esistono, tuttavia, dei parametri internazionali, stilati dall’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) che definiscono approssimativamente quali sono i livelli di attività fisica raccomandati a seconda dell’età. Se ai bambini e ai ragazzi fra i 5 e i 17 anni si consiglia circa 1 ora di attività 3 volte a settimana, agli adulti fra i 18 e i 64 anni e agli anziani al di sopra dei 65 anni il minimo consigliato si aggira intorno ai 150 minuti settimanali. Ovviamente le attività da svolgere si differenziano a seconda della fascia d’età e della preparazione individuale.

    alimentazione

    L’alimentazione incide moltissimo sullo sviluppo e sul rendimento psicofisico degli individui, come confermato dall’Oms. Per non parlare della sua importanza nell’ottica della prevenzione di malattie come il sovrappeso, l’obesità e altri disturbi più o meno gravi. Purtroppo, negli ultimi anni, lo stile alimentare basato sul cibo spazzatura, caratteristico dei fast food, e il cosiddetto iperconsumo passivo, ovvero il consumo di cibi fuori pasto troppo energetici, hanno inciso negativamente sulla qualità della vita. Ripristinare un regime dietetico equilibrato significa privilegiare alimenti salutari come frutta e verdura, cereali integrali, carni bianche, pesce, latte e derivati, evitando il consumo di snack ipercalorici, bevande gasate, alcol e alimenti troppo zuccherati. Contenuto di informazione pubblicitaria

    510

    LEGGI ANCHE