Premenopausa: sintomi, disturbi e rimedi naturali

La premenopausa è quel periodo nella vita di una donna che anticipa la fase della menopausa vera e propria, ovvero la fine della fertilità e la scomparsa del ciclo mestruale. I sintomi e i disturbi che la riguardano sono diversi. Cosa fare se ci si trova in premenopausa? Come si manifesta? Quali sono i rimedi naturali? Scopriamo di più in merito.

da , il

    Premenopausa sintomi donna

    Quali sono i sintomi e i disturbi della premenopausa? Quali i rimedi naturali? La fine del periodo fertile nella vita di una donna equivale all’inizio dello stato noto come “menopausa”: è in questo momento che avviene la definitiva scomparsa delle mestruazioni, sebbene queste non spariscano improvvisamente, ma gradualmente ed è in questa circostanza che si parla di “premenopausa”. Cosa fare se ci si trova in premenopausa? Come si manifesta? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è

    La menopausa non è una patologia, ma rappresenta quel periodo nella vita di una donna in cui avviene la perdita della funzione follicolare ovarica, la quale comporta la fine del ciclo mestruale e, dunque, la sua assenza definitiva: ciò segna la fine dell’attività riproduttiva e, quindi, l’impossibilità di concepire un figlio.

    Durante la menopausa, anche gli ormoni sessuali femminili prodotti dall’organismo subiscono un calo notevole: si tratta di estrogeni e progestinici, la cui diminuzione causa l’inizio dei tipici sintomi della menopausa.

    Generalmente, la comparsa della menopausa avviene tra i 45 e i 55 anni di età: quando questa si verifica prima dei 40 anni, si parla di menopausa precoce; mentre, se avviene dopo i 55 anni, si tratta di menopausa tardiva.

    Occorre specificare che, prima dell’inizio della menopausa, si verifica un periodo in cui il ciclo mestruale non scompare del tutto – per essere in menopausa, occorre un’assenza di flusso mestruale per almeno 1 anno consecutivo – ma inizia ad essere abbastanza irregolare: è in questo caso che si parla di “premenopausa”, cioè quella fase precedente al verificarsi della menopausa che può durare da pochi mesi a 10 anni.

    I sintomi e i disturbi

    Come si manifesta la premenopausa? I sintomi e i disturbi possono essere diversi e variare da soggetto a soggetto. Della sintomatologia, possono fare parte:

    È importante ricordare che, durante questa fase, la donna che desidera una gravidanza può restare incinta: in questo periodo, il corpo della donna continua, comunque, a secernere gli ormoni sessuali.

    Le cause

    Le cause della premenopausa sono del tutto naturali: ciò è dovuto, infatti, alla perdita della funzione follicolare ovarica, che segna la fine dell’attività riproduttiva.

    La premenopausa è quella fase in cui le ovaie iniziano a produrre meno estrogeni e si verifica un rallentamento, progressivo, dell’attività riguardante gli organi riproduttivi femminili: tale fenomeno inizia tra i 40 e i 50 anni di età in media, ma si può manifestare anche dopo i 35 anni.

    La diagnosi

    Alla comparsa di segni e sintomatologia, è consigliabile rivolgersi al proprio medico e/o ginecologo che – tramite una serie di analisi ed esami – potrà stabilire una diagnosi e prescrivere la terapia più adatta al caso specifico.

    Oltre alla visita medica e allo studio dei sintomi, potrebbero essere utili ulteriori test di approfondimento per escludere o confermare la presenza di eventuali patologie.

    I rimedi naturali

    Cosa fare in caso di sindrome da premenopausa? È possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali in caso di sintomi lievi. In linea generale, si tratta di apportare alcune semplici modifiche nello stile di vita e dunque:

    1. Seguire una dieta sana: consumate molta frutta e verdura e alimenti ricchi di calcio, vitamina D, fibre e antiossidanti; evitate, invece, i cibi ricchi di grassi, zuccheri e fritti. Gli alimenti ricchi di fitoestrogeni – come i semi di lino e la soia – possono essere utili per bilanciare la riduzione degli ormoni femminili.
    2. Fare attività fisica: è importante evitare uno stile di vita sedentario e restare attivi per contrastare i sintomi della premenopausa e mantenere il proprio peso forma, rafforzando ossa e muscoli.
    3. Evitare le cattive abitudini: è bene non fumare, bere alcol o caffeina in eccesso e dormire, invece, a sufficienza, cioè almeno 8 ore a notte.

    In alcuni casi, il medico potrebbe prescrivere degli integratori di vitamine e sali minerali o alcuni farmaci, come la pillola anticoncezionale a basso dosaggio di estrogeni o delle iniezioni di progesterone contro alcuni dei sintomi della premenopausa. Per stabilizzare l’umore, potrebbero essere utili dei farmaci ansiolitici e antidepressivi.

    È importante ricordare che a decidere il tipo di farmaci, la durata e la dose della cura dovrà essere esclusivamente il medico.

    La prognosi

    Infine, la prognosi della premenopausa dipenderà da determinati fattori, quali la tempestività di intervento, le cause scatenanti, l’età e lo stato di salute della paziente. Occorre ricordare, ad ogni modo, che i risultati potranno riguardare solo la sintomatologia, in quanto si tratta di una condizione irreversibile.