Power Yoga: cos’è, pratica, posizioni e benefici

Sono molte le tipologie di yoga esistenti e, tra queste, c'è il Power Yoga, i cui benefici sono molteplici. Questa pratica consente di combattere stress, mal di schiena, depressione e ansia, ristabilendo un equilibrio psico-fisico importante per ogni individuo. Ma a cosa serve il Power Yoga, nel dettaglio? Cos'è? Quali sono le posizioni che lo riguardano? Scopriamo di più in merito.

da , il

    Power Yoga

    Cos’è il Power Yoga? In cosa consiste la sua pratica? Quali sono le posizioni e i benefici che apporta al corpo? Il Power Yoga è una tipologia di yoga, che consente di allenare il corpo e di contrastare lo stress, ristabilendo un equilibrio psico-fisico importante per ogni individuo. Il vantaggio di questa disciplina, parlando della frequenza con la quale deve essere praticato, è quello di non essere troppo impegnativo. A cosa serve il Power Yoga? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è

    Il Power Yoga è una tipologia di yoga, che permette di allenare il corpo, traendo numerosi benefici, non solo fisici, ma anche per la psiche e lo spirito. È possibile affermare che si tratta di una versione potenziata e dinamica dello yoga classico, che giunge a noi dagli USA.

    Il Power Yoga è in grado di combattere stress, mal di schiena, depressione, ansia e molto altro ancora ristabilendo, di fatto, i ritmi psico-fisici.

    Questa forma di yoga non rappresenta, inoltre, un impegno eccessivo, se ci si riferisce alla frequenza con la quale questo va praticato e rappresenta un’attività dinamica, in grado di offrire molti vantaggi a livello fisico, mentale e spirituale.

    La pratica

    È consigliabile che il Power Yoga venga effettuato seguendo dei corsi specifici con un insegnante che non sforzi l’allievo, ma che lo segua nel suo personale percorso: si tratta, infatti, di una serie di posture, esercizi di respirazione e stretching, che lo rendono un po’ più complesso rispetto allo Yoga Nidra.

    Il Power Yoga può essere considerato un’attività fisica completa per chi lo pratica con regolarità. Generalmente, una seduta di Power Yoga dura circa 50-60 minuti: si parla, ad ogni modo, di almeno 2-3 sedute a settimana, se si vogliono ottenere dei benefici significativi.

    Il Power Yoga non ha controindicazioni ed è un’attività fisica aperta a tutti: se in gravidanza, è consigliabile chiedere parere sul Power Yoga al proprio medico. Durante le lezioni di Power Yoga, inoltre, è meglio indossare un abbigliamento comodo, che permetta di muoversi in libertà. Tale pratica prevede un elevato livello di concentrazione, che è possibile raggiungere anche tramite l’uso di una base musicale. Il Power Yoga va praticato meglio a stomaco vuoto.

    Le posizioni

    Gli esercizi, le sequenze e le posizioni – ovvero, le “Asana” – dello Yoga classico non sono, di per sé, capaci di creare un ritmo di lavoro che possa soddisfare un ottimo livello di allenamento aerobico ed è per questa ragione che, nel Power Yoga, sono aggiunti degli esercizi provenienti dalla ginnastica moderna: ciò rende, dunque, questa nuova forma di yoga un’attività fisica completa, oltre che nuova e in grado di allenare i muscoli, liberare le articolazioni e condizionare il corpo utilizzando la mente.

    Le lezioni di Power Yoga iniziano con degli esercizi di respirazione e dei movimenti multiarticolari abbastanza facili, che aiutano a riscaldare il corpo, immettendo ossigeno nei polmoni e favorendo il raggiungimento del livello di concentrazione ottimale.

    La fase di riscaldamento dura circa 5-10 minuti, la quale è seguita da combinazioni dinamiche e fluide di Asana per creare una flessibilità articolare e allenare i muscoli. Vediamo alcune delle Asana.

    Saluto al Sole

    saluto al sole

    Partenza in posizione eretta, spalle e braccia rilassate e schiena dritta, con gambe unite e petto in fuori, piegandovi in avanti per poggiare le mani a terra parallelamente ai piedi.

    Il Coccodrillo

    coccodrillo

    Dal Saluto al Sole, passate alla posizione tipica delle flessioni a terra con gambe unite, mani posizionate di lato alla testa e testa allineata con la schiena.

    Il Serpente

    serpente

    Dal Coccodrillo, con le mani di lato alla testa, sollevate il busto e mantenete le gambe a terra.

    Solitamente, gli esercizi possono essere eseguiti più volte e più pratica si fa, più esercizi possono essere aggiunti, così da aumentare il livello di difficoltà complessivo dell’allenamento.

    È sempre importante espirare in fase di discesa ed espirare quando si risale. Alla fine di ogni seduta, inoltre, si eseguono degli esercizi più rilassanti e semplici, che possano far tornare il ritmo cardiaco a riposo.

    I benefici

    A cosa serve il Power Yoga? Quali sono i suoi benefici? Questa disciplina allena tutto il corpo, portando a numerosi risultati positivi per il corpo. Infatti, il Power Yoga:

    • Rinforza e rilassa le articolazioni
    • Aumenta la concentrazione, l’autostima, la capacità respiratoria e la potenza vascolare, oltre che la forza e la resistenza del corpo
    • Migliora la respirazione, l’attività cardiovascolare, le capacità di equilibrio e il flusso sanguigno
    • Potenzia i muscoli
    • Combatte stress cronico, ansia sociale, insonnia, mal di schiena e depressione
    • Disintossica il corpo e purifica gli organi interni, ad esempio reni e fegato
    • Dona una profonda sensazione di benessere
    • Allunga le articolazioni, in particolare la parte vertebrale
    • È adatto in caso di riabilitazione, in seguito ad infortuni
    • Favorisce l’equilibrio psico-fisico e crea armonia tra mente e corpo
    • Aiuta a mantenersi giovane, condurre una vita sana, seguire un’alimentazione corretta e dimagrire

    Si tratta di una pratica che consente di mantenere delle posture impegnative per un lungo periodo ed è anche questo che è in grado di migliorare la resistenza e la forza corporea. Infine, il Power Yoga è utile per chi soffre di disturbi osteoarticolari, in quanto funge come attività riabilitativa.