Poverta’: la peggior malattia dei paesi in via di sviluppo

Poverta’: la peggior malattia dei paesi in via di sviluppo

Nei paesi poveri la situazione sanitaria e' del tutto imparagonabile a quella dei paesi ricchi, il divario e' cosi' grande da non essere arginabile, a meno che non si cambi il modo di intendere la politica internazionale a breve

da in Malaria, News Salute, Primo Piano, Sanità, colera, Tifo
Ultimo aggiornamento:

    Poverta

    La malattia che fa piu’ vittime in assoluto nel mondo? Sicuramente la poverta’! La differenza fra i paesi ricchi e i paesi poveri, in fatto di cure mediche e di risorse economiche e tecnologiche, in fatto di vaccini e profilassi e via dicendo. La poverta’ uccide non solo per la mancanza di strutture per curarsi, ma anche per una realta’ che non e’ comparabile con quella dei paesi in via di sviluppo o industrializzati.

    Le due meta’ del mondo sono sempre piu’ distanti in fatto di condizioni igieniche, strutture ospedaliere, servizi, cure, danaro investito, cibo e la parte piu’ povera e’ destinata a soccombere se non ci sara’ nella politica internazionale un rapido cambiamento di rotta.

    Il Corriere della Sera, tra le sue pagine, fa qualche rapporto tra le cifre: ad esempio le morti per parto, che nei paesi sottosviluppati sono una ogni 8/10 persone, mentre in Europa le donne che muoiono per parto sono una su 15 mila. Differenze che non possono non notarsi.

    Per non parlare dell’eta’media, che nei paesi industrializzati aumenta sempre di piu’ mentre nei paesi sottosviluppati non arriva ai 45 anni.

    Come spiegare questa differenza cosi’ grande?

    Solo a guardare le malattie che sono diffuse nei paesi poveri, malattie che nei paesi industrializzati sono scomparse da secoli, si capisce come mai ci siano delle differenza cosi’ grandi in fatto di salute tra un continente, una regione, uno stato, etc ..

    Il rapporto sullo stato di salute del mondo ha un significato ancora piu’ importante alla luce della “Campagna del Millennio” dei quali obiettivi, uno, e’ proprio per la salute e per ridurre la mortalita’ infantile.


    Fonte:
    Il Corriere – Emanuela Di Pasqua
    29 agosto 2008

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalariaNews SalutePrimo PianoSanitàcoleraTifo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI