NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Potassio: i cibi che lo contengono e attenzione agli eccessi!

Potassio: i cibi che lo contengono e attenzione agli eccessi!

La carenza di potassio, soprattutto negli sportivi, è avvertibile in special modo d’estate, quando col sudore dovuto alle alte temperature, o agli sforzi fisici, viene dispersa una quota cospicua dell’elemento

da in Alimentazione, Benessere, Infarto, Insufficienza renale, Integratori, Ipertensione, Potassio, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    banane

    Il potassio è un elemento importantissimo, addirittura fondamentale per la nostra stessa vita, basti solo osservare che la nostra esistenza è possibile per effetto di un meccanismo di rilascio che tiene in equilibrio la concentrazione di sodio e potassio e rende attuabile il battito cardiaco. Ne consegue che il potassio non dovrà mai mancare nella nostra dieta, da una parte e dall’altra non dovrà mai essere in eccesso, soprattutto in quegli stati patologici, generalmente riferiti a persone anziane, quali le cardiopatie e le ipertensioni arteriose, per citarne solo due.

    La carenza di potassio, soprattutto negli sportivi, è avvertibile in special modo d’estate, quando col sudore dovuto alle alte temperature, o agli sforzi fisici, viene dispersa una quota cospicua dell’elemento. Il risultato, quasi subito avvertibile dalla persona, è il tremore, i crampi muscolari e quelle fastidiose extrasistoli che generalmente non rappresentano un problema in sé e per sé, visto che sono facilmente eliminabili scoperta la causa che l’abbia generata e che consistono nell’impressione avvertita dalla persona, che il cuore “ perda colpi” come a volersi fermare gettando nel panico il paziente.

    Nei casi di ipopotassiemia per effetto delle cause soprariportate, prima di ricorrere agli integratori alimentari, arricchitori di potassio, è possibile correggere con la dieta la carenza di questo elemento che trova una larga diffusione negli alimenti, si pensi ad esempio alle banane, una vera miniera di potassio, così come accade con le pesche che detengono anch’esse una quota cospicua dell’elemento. Da non trascurare che anche i legumi, i fagioli, le lenticchie, solo per citarne alcuni, sono ricchi di potassio.

    La lista è lunga, ma bisogna anche tener conto che il calore della cottura abbatte di parecchio la quantità di potassio detenuta nell’alimento, ne consegue che per avere la giusta quota nell’immediato, conviene consumare quei cibi, come la frutta, mangiata tal quale, che non richiedono alcuna cottura.

    Da citare che una buona dose di potassio ci proviene anche dal pesce, azzurro in particolare, dalle uova, dai formaggi in generale, dalla frutta secca e dalle verdure e ortaggi, compreso il caffè.

    Al contrario, tale lista di alimenti deve essere con cura attenzionata da parte di quei pazienti laddove il potassio debba essere attentamente controllato per evitare danni alla salute anche molto seri. Pensiamo, ad esempio, a quelle persone che soffrono di insufficienza renale, in questi casi l’impossibilità dei reni a smaltire il potassio in eccesso fa si che il paziente soffra di quelle situazioni da accumulo della sostanza, cosa che rischia di creare problemi importanti alla salute con aggravio del danno renale, incidenza sulla pressione arteriosa, in certi casi fino a giungere allo shock e alla morte.

    E’ ovvio che chi deve controllare l’apporto di quei cibi a base di potassio è adeguatamente istradato dal proprio medico al fine di monitorare al meglio la situazione e modulando efficacemente la dieta, dieta che andrà corretta, sempre a proposito di potassio ed a volte supportata anche dai farmaci quando, ad esempio come avviene con l’uso di diuretici o della digitale nella cura dello scompenso cardiocircolatorio, tali farmaci abbiano la loro influenza nell’utilizzo dell’elemento; in questi casi, solo a giudizio del medico, è possibile integrare la quota di potassio con la dieta ed in certi casi con sostanze farmacologiche e a proposito di quest’ultime, attenzione ai farmaci a base di potassio, a parte certe indicazioni pratiche che riguardano soggetti giovani e sani, farmaci, compresi integratori alimentari a base di potassio, vanno, tassativamente, prescritti dal medico!

    653

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereInfartoInsufficienza renaleIntegratoriIpertensionePotassioPrimo Piano
    PIÙ POPOLARI