Pollo: accorgimenti per evitare la salmonella

Pollo: accorgimenti per evitare la salmonella

Il pollo, in petto o intero, arrosto o al forno, è tra gli alimenti più magri e al contempo ricchi di proteine, ciononostante è meglio prendere alcune precauzioni per evitare il rischio di salmonella

da in Alimentazione, Benessere
Ultimo aggiornamento:

    pollo consigli per evitare la salmonella

    Il pollo, intero o in tranche, arrosto o al forno, è tra gli alimenti preferiti dagli italiani e, soprattutto, dagli sportivi. Tuttavia, quando si maneggia la carne del simpatico pennuto, è meglio osservare alcune regole per prevenire eventuali intossicazioni da salmonella. Vediamone alcune.

    La carne di pollo è una fonte di nutrimento preziosissima, principalmente per via dell’alto contenuto proteico e della ridotta quantità di grassi, infatti è classificata tra le cosiddette "carni magre" o "carni bianche", nondimeno occorre adottare alcuni accorgimenti per evitare brutte sorprese.

    Anzitutto bisogna controllare la freschezza della carne, che non deve essere né sembrare viscida, che va cucinata entro tre giorni dall’acquisto e consumata entro tre giorni dalla cottura, diversamente è necessario congelarla.
    Con il coltello usato per tagliare il pollo crudo non si deve poi affettare anche il pollo cotto, né altri alimenti; e la lama deve essere lavata prima del riutilizzo. Logicamente se la carne cruda è stata toccata con le mani, anche queste devono essere lavate per evitare di contaminare altri cibi.

    Medesimo discorso sia per l’eventuale tagliere o altra base (esempio un piatto) su cui è stato poggiato il pollo in fase di taglio, sia per i guanti eventualmente indossati.

    Quanto alla cottura è bene che la ciccia del pennuto perda il colore rosa, per essere precisi taluni suggeriscono che la temperatura interna del petto di pollo, rilevata con il termometro per carne, dovrebbe essere di 82 gradi.

    Infine è forse importante precisare che per "lavaggio" degli utensili da cucina si intende che essi devono essere puliti con acqua bollente e detergente, e non con la carta: i pigroni sono avvisati.

    Fonte: One, two chicken, M&F, Devin A., october 2004.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessere
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI