Plank, il migliore esercizio per gli addominali: video e consigli per eseguirlo

Plank, il migliore esercizio per gli addominali: video e consigli per eseguirlo
da in Fitness
Ultimo aggiornamento: Giovedì 25/02/2016 10:07

    Lezioni di fitness in 60 secondi: plank

    Il plank può essere considerato il migliore esercizio per gli addominali. Il video e i consigli per eseguirlo possono essere davvero utili per sfruttare tutte le potenzialità di questo esercizio fisico, una procedura che è diventata nota in tutto il mondo per i suoi effetti benefici a vantaggio del nostro corpo. Il plank è utile perché permette di far lavorare tutti i muscoli, anche se si concentra soprattutto sul lavoro degli addominali. E’ un vero e proprio alleato per la perdita di peso, grazie alla sua efficacia. Possiamo, però, sfruttare dei consigli per aumentare l’utilità del plank, effettuando un’esecuzione perfetta.

    come si esegue plank

    Il plank è un esercizio da effettuare in maniera statica, perché consiste nel mantenere il corpo in una precisa posizione per qualche minuto. Per questo è importante assumere la postura corretta. Sdraiamoci a terra, con l’addome rivolto verso il basso. Pieghiamo i gomiti di 90 gradi, allineandoli con le spalle. Formiamo con il corpo una linea retta dalla testa ai talloni. L’obiettivo consiste nell’appoggiarsi esclusivamente sugli avambracci e sulla punta dei piedi. I muscoli dell’addome resteranno tesi in questa posizione e non bisogna rilassarli per qualche secondo, fino a quando non avremo terminato l’esercizio.

    a cosa serve plank

    Si tratta di un esercizio capace di assicurare molti benefici al corpo. Grazie al lavoro dei muscoli addominali si può ottenere un ventre piatto. Inoltre vengono stimolati i muscoli della schiena e delle spalle. Il lavoro svolto a carico dei glutei permette di rendere questi ultimi più tonici, combattendo la cellulite, e l’esercizio consente di far lavorare bene anche le gambe.

    consigli plank

    Le gambe devono restare dritte e unite, i glutei non devono essere rilassati per tutta la durata dell’esercizio, in modo da rendere attivi tutti i muscoli della parte inferiore del corpo. Bisogna mantenersi in equilibrio sui piedi e non è un’operazione semplice, dato che aumenta la pressione sugli addominali. Teniamo la schiena molto dritta: non deve essere incurvata ai lati. La respirazione non deve essere trattenuta, anche se manteniamo in tensione i muscoli addominali. Con i gomiti dobbiamo formare una linea dritta, per non pesare eccessivamente su di essi.

    per quanto tempo plank

    Questo è un esercizio da eseguire in modo graduale, senza esagerare inizialmente con il tempo da dedicare ad esso. Il plank va svolto all’inizio per pochi secondi, cercando di mantenere la posizione corretta. Anche se l’esecuzione dell’esercizio, ottimo anche per rassodare i glutei a casa, prevede la necessità di mantenere la postura specifica per il maggior tempo possibile, è bene non strafare, specialmente se non siamo abituati ad effettuare molta attività fisica. All’inizio possiamo effettuare il plank per 10 o 15 secondi. Poi possiamo procedere per più tempo, magari facendo delle pause di qualche minuto e ripetendo l’esercizio fino a 5 volte.

    681

    LEGGI ANCHE