Placebo: non sempre sono farmaci inattivi

Placebo: non sempre sono farmaci inattivi

Secondo uno studio di un team dell’Università di San Diego, le sostanze utilizzate come placebo non sempre sono prive di effetti

da in Farmaci, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    effetto placebo nuova scoperta

    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine, le sostanze placebo non sarebbero sempre farmaci inattivi, quindi non si tratterebbe solo di suggestione da parte dei pazienti. Questo è quanto scoperto da un gruppo di ricercatori, guidati dalla dottoressa Beatrice Golomb, dell’Università di San Diego. Un farmaco prima di essere dispensato per il commercio, viene sottoposto ad una serie di test clinici sull’uomo. Durante questi test, la sostanza in questione viene confrontata con sostanze che, di regola, non dovrebbero avere nessun effetto clinico, sull’organismo, insomma totalmente inefficaci: da qui l’effetto placebo.

    Un esempio di test clinico con effetto placebo è quando, ad un gruppo di volontari con e senza malattia, vengono somministrati delle sostanze: la sostanza da sperimentare, avente l’effetto farmacologico; l’altra il cosiddetto placebo, senza nessun attività. Il placebo non dovrebbe avere nessuna azione, tranne che, qualche effetto positivo per suggestione. Purtroppo secondo gli studi della dottoressa Golomb, questo non è sempre vero.

    Infatti in alcuni studi clinici, il placebo è a sua volta capace di sortire effetti fisici sull’organismo, alterando i risultati. In un altro studio clinico per farmaci contro l’Aids, viene usato come placebo uno zucchero, il lattosio, purtroppo è risultato che molti di questi malati sono intolleranti a tale sostanza, quindi con insorgenza di effetti gastrointestinali e altri disturbi.

    Purtroppo nessuno stabilisce quale placebo usare, non ci sono regole. Tutto ciò porta a dei gravi problemi nella salute pubblica, perché porta a terapie inefficaci e impedire di dispensare quelle efficaci.

    310

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI