Pillola anticoncezionale: ritirate un milione di confezioni “fallate”

Pillola anticoncezionale: ritirate un milione di confezioni “fallate”

Una nota azienda farmaceutica ha ritirato dal mercato un milione di pillole anticoncezionali, che, per un errore di confezionamento, non garantiscono l’effetto contraccettivo

da in Contraccezione, News Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Pillole anticoncezionali ritirate dal mercato

    Circa un milione di confezioni di pillole anticoncezionali, prodotte e distribuite da una nota azienda farmaceutica, sono state richiamate, perché “fallate”. Le scatole dei contraccettivi orali non sarebbero state confezionate nel modo corretto e lascerebbero via libera al rischio di gravidanze indesiderate, non garantendo la “protezione” anticoncezionale desiderata.

    Le pillole sono considerate il miglior metodo contraccettivo, ma, alla luce di questo fatto, forse, non sono sempre affidabili. Non una, ma ben due le tipologie di pillole richiamate “all’ordine” dalla casa farmaceutica: sono state ritirate dal mercato circa un milione di confezioni di Lo/Ovral-28 pills, così come la loro versione generica Norgestrel, vendute sul mercato statunitense, confezionate in un blister che contiene 21 pillole attive e 7 inerti, che devono essere somministrate alla fine del ciclo mensile.

    Il colosso farmaceutico al centro dell’operazione ha dichiarato che solo 30 scatole di questo anticoncezionale hanno mostrato difetti di confezionamento, il ritiro “in blocco” di oltre un milione di contraccettivi orali è stata una sorta di misura preventiva, per scongiurare ogni possibile rischio.

    Il ritiro ha coinvolto tutte le pillole immesse sul mercato americano con scadenza compresa fra il 31 luglio 2013 e il 31 marzo 2014.

    La “falla” riscontrata nelle confezioni di questo anticoncezionale è difficile da sottovalutare, perchè è stato invertito l’ordine, all’interno della scatole, fra alcune pillole attive e quelle inerti. Al momento non sono state segnalate gravidanze indesiderate tra le numerose “consumatrici” della pillola, che, secondo le prescrizioni effettuate dai medici statunitensi, sono circa un milione (64 mila per le Lo/Ovral-28 e 453 mila per le generiche Norgestrel).

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ContraccezioneNews SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI