Piedi: le scarpe antipronazione non servono

Piedi: le scarpe antipronazione non servono

Secondo recenti studi che si basano sulla letteratura scientifica che si occupa di piedi e di scarpe, non sarebbero necessarie agli atleti le scarpe antipronazione, proposte dalle case di produzione della scarpa per evitare storte e osteoartriti, non servirebbero a prevenire più che non la normale scarpa tecnica

da in Artrite, Benessere, News Salute, Piedi
Ultimo aggiornamento:

    Antipronazione

    Le scarpe ipertecnologiche antipronazione studiate apposta per la salute del piede dell’atleta non migliorano le prestazioni più di una normale scarpa sportiva di buona qualità, a spiegare come mai non esistano delle scarpe “magiche” per migliorare le proprie prestazioni è uno studio che ha tenuto in considerazione tutta la letteratura scientifica di circa 60 anni di medicina dello sport.

    Non si tratta di un bluff ma di una consistente realtà: gli sportivi arrivano a spendere cifre piuttosto consistenti del loro patrimonio per scegliere prodotti per il piede che dovrebbero essere anatomici e migliorare le prestazioni, ma in realtà è sufficiente il prodotto tecnico normale per avere dei vantaggi diretti.

    Ne parla Richards Creig dell’Università di Newcastle, parlando delle calzature che obbligano lo sportivo a poggiare sui talloni invece che con tutta la pianta: esse danno maggior spinta ma mettono a rischio per le slogature e i traumi.

    A essere oggetto di analisi le calzature anti-pronazione, che aiutano a evitare la rotazione della caviglia verso l’interno. Secondo le statistiche queste scarpe non hanno alcuna incidenza sulla diminuzione dei casi di oseoartrite e di storte, per cui pare che usare la scarpa tecnica normale o la scarpa tecnica antipronazione porti allo stesso risultato.

    Fonte: Britisch Journal of Sports Medicine
    Immagini tratte da Shoppydoo

    308

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArtriteBenessereNews SalutePiedi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI