NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pesticidi: come eliminarli da frutta e verdura

Pesticidi: come eliminarli da frutta e verdura
da in Alimentazione, Frutta, Verdure

    Ortaggi

    Come eliminare i pesticidi da frutta e verdura? Per una dieta sana, è importante seguire un’alimentazione che sia ricca di frutta e verdura; alimenti dalle mille proprietà benefiche. Al giorno d’oggi, però, anche questo tipo di cibo può nascondere dei pericoli: i pesticidi sono, infatti, purtroppo, largamente utilizzati nella coltivazione e sono altamente dannosi per la salute del nostro organismo. Se non optiamo per prodotti biologici – e, anche in quel caso, è bene seguire ugualmente dei piccoli accorgimenti – dobbiamo avere maggiore cura per la pulizia di verdura e frutta. Come? Ecco alcuni utili consigli per lavare bene frutta e verdura e rimuovere, così, i residui di sostanze nocive.

    1. Acqua e sale

    Sale

    L’acqua è la prima alleata per il lavaggio accurato degli alimenti: è buona norma igienica, infatti, lavare abbondantemente con acqua – meglio se con l’aggiunta di sale, dai molti utilizzi – frutta e verdura, prima del consumo o della cottura. Il semplice lavaggio effettuato con acqua fredda aiuta a rimuovere circa l’80% di pesticidi. In alternativa, potete immergere gli alimenti in acqua bollente.

    2. Acqua e bicarbonato

    Bicarbonato acqua

    Anche il bicarbonato di sodio è ottimo per la salute da aggiungere all’acqua per procedere con il lavaggio degli ortaggi, eliminando la sporcizia: non dovrete far altro che utilizzare un cucchiaio di bicarbonato per un litro di acqua e lasciare in immersione il tutto per 15 minuti circa. Inoltre, potete creare un composto – con un cucchiaio di bicarbonato ed un cucchiaino di acqua – da strofinare, con l’aiuto di uno spazzolino, sugli alimenti da pulire e disinfettare.

    3. Acqua e aceto

    Aceto pulizia

    L’aceto è un grande alleato in casa e lo è anche in questo caso: lavate frutta e verdura, immergendoli – per circa 30 minuti – in una ciotola contenente una parte di aceto e due parti di acqua. Successivamente, strofinate con uno spazzolino e risciacquate sotto l’acqua fredda.

    4. Acqua, bicarbonato e limone

    Limone

    Un’altra alternativa? Potete preparare una soluzione preparata con un un cucchiaio di succo di limone, due cucchiai di bicarbonato di sodio e una tazza di acqua. Potete mescolare gli ingredienti della ricetta fai da te in una ciotola, dove immergere gli alimenti da pulire, spazzolare, risciacquare e asciugare.

    5. Eliminare la buccia

    Buccia

    Infine, ricordate di eliminare sempre la buccia quando possibile, in special modo se non siete certi della provenienza del cibo. Ovviamente, per la preparazione di ricette che includono la buccia di qualche frutto, procedete con l’acquisto di prodotti biologici e maggiormente sicuri, non trascurandone comunque la pulizia.

    684

    PIÙ POPOLARI