Perdite da impianto: come sono e quanto durano?

Perdite da impianto: come sono e quanto durano?
da in Ciclo Mestruale, Ginecologia, Gravidanza, Salute Donna, Sangue, Test-Di-Gravidanza, utero
Ultimo aggiornamento: Sabato 27/08/2016 07:07

    perdite da impianto come sono quanto durano

    Le perdite da impianto consistono in delle perdite di sangue che si verificano in corrispondenza del ciclo mestruale o qualche giorno prima di questo. La motivazione va cercata nel processo di impianto dell’ovulo nell’utero. L’ovulo fecondato, infatti, dopo circa 5 giorni, dalle tube si sposta fino all’utero: qui si annida e vi resta per tutto il periodo della gravidanza. Nello specifico è l’endometrio ad accoglierlo. Si tratta di un rivestimento che presenta molti vasi e capillari, i quali, in seguito all’annidamento, possono rompersi e determinare un sanguinamento di live entità. Ma come sono queste perdite? Un elemento che ci può aiutare a riconoscerle è rappresentato dal colore. Anche i sintomi che le accompagnano sono caratteristici.

    Come sono

    Abbiamo visto cosa sono le perdite da impianto. Se vogliamo comprenderne la natura, è necessario tenere in considerazione la colorazione, che, in genere, è chiara e tende al rosaceo. Si possono notare delle piccole macchie marroncine. Il colore tende a diventare sempre più chiaro, fino a scomparire. Una peculiarità che consente di distinguere il problema dalle mestruazioni, le quali procedono al contrario: iniziano in maniera lieve, per poi tradursi in un flusso più abbondante e proseguire con una successiva riduzione. Il fenomeno non va confuso con lo spotting premestruale e quindi, se si ha qualche sospetto, è meglio sottoporsi al test di gravidanza. D’altronde non possiamo non tenere conto di alcuni sintomi specifici, che indicano l’inizio della gestazione. Si tratta di alcuni cambiamenti del corpo, come, ad esempio, la stanchezza, il mal di schiena, il dolore alla testa, la nausea, il seno più gonfio e i capezzoli più scuri.

    Quanto durano

    Non è detto che tutte le donne all’inizio della gravidanza abbiano le perdite in questione. In effetti il tutto può manifestarsi in modo diverso da soggetto a soggetto, sia per intensità che per quanto riguarda la durata. Quest’ultima può andare da un solo giorno ad un periodo che si protrae per un po’. Dopo quanti giorni dal concepimento si presentano? Di solito a distanza di una settimana dal momento in cui l’ovulo viene fecondato. Può accadere che le perdite in questione si verifichino proprio nei giorni in cui dovrebbe entrare in atto il ciclo mestruale. Di conseguenza si può arrivare ad una certa confusione. Ciò che può dare maggiori certezze è una visita medica dal ginecologo, il quale può individuare la causa precisa delle perdite di sangue vaginali. Esse, infatti, possono essere dovute anche ad altre ragioni, come l’alterazione del ciclo mestruale, l’assunzione della pillola anticoncezionale o un’eventuale infezione.

    527

    LEGGI ANCHE