Perdita di liquidi dalle gambe: cause e cosa fare

Perdita di liquidi dalle gambe: cause e cosa fare

La perdita di liquidi dalle gambe può avere diverse cause

da in Circolazione, Gambe

    perdita di liquidi dalle gambe cause cosa fare

    Perdita di liquidi dalle gambe: quali sono le cause e cosa fare? Spesso il problema è il segno di una circolazione venosa alterata, che si complica a causa di ferite superficiali, rappresentate da ulcere venose. Altre volte può essere tutto rapportabile a problemi cardiaci, del fegato o dei reni. Il fastidio riguarda soprattutto i capillari, che, in presenza di una ferita e di un’infiammazione, diventano più permeabili. Dai capillari possono uscire delle quantità di liquido, che si accumulano nella lesione, andando a costituire l’essudato, con un gonfiore nella zona interessata. L’essudato contiene diverse sostanze, fra le quali anche acqua, elementi nutritivi, mediatori di infiammazione, leucociti e scarti. Può capitare anche che, quando la pressione venosa aumenta, i capillari linfatici non svolgano bene le loro funzioni di riassorbimento dei liquidi e quindi questi ristagnano e il tessuto si gonfia.

    La perdita di liquidi dalle gambe può essere causata da diversi problemi. Si possono fermare delle ferite e delle ulcere cutanee, con l’accumulo di essudato, il cui aumento può proseguire e diventare eccessivo, ostacolando il processo di guarigione. Di solito questi problemi si manifestano nelle ulcere venose agli arti inferiori o nel caso di ustioni.

    Il problema può essere determinato anche da una cattiva circolazione linfatica, soprattutto nel caso di parassitosi e di neoplasie.

    La perdita di liquidi dalle gambe si può avere anche in caso di cattiva circolazione venosa, per esempio nei casi di insufficienza venosa e nel caso delle vene varicose. Altre cause possono essere rappresentate da insufficienza renale, da problemi al fegato o da gravi carenze nutrizionali. Inoltre possono incidere sul fastidio anche l’insufficienza cardiaca o lo scompenso cardiaco.

    Se si riscontrano delle perdite di liquidi dalle gambe, bisogna rivolgersi al proprio medico, che potrà trovare utile l’applicazione di un bendaggio in grado di essere elastico e allo stesso tempo di comprimere le ferite, in modo da arrestare la perdita di liquidi. Questo bendaggio deve essere applicato da personale esperto e si deve cambiare in maniera frequente.

    Sotto il bendaggio può essere indicato l’utilizzo di schiume di poliuretano, che sono raccomandate soprattutto nel caso delle ulcere croniche. Naturalmente non bisogna trascurare nemmeno le cause sottostanti al problema, perché, dopo un’attenta diagnosi, si può intraprendere, se è possibile, una terapia adatta a risolvere la causa che sta dietro alla perdita di liquidi dalle gambe.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CircolazioneGambe
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI