NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Per la cura del diabete giovanile scoperta una nuova molecola

Per la cura del diabete giovanile scoperta una nuova molecola

È stata scoperta una nuova molecola che garantisce la possibilità di ridurre il rigetto delle isole pancreatiche trapiantate e quindi di approntare una cura per il diabete giovanile di tipo I

da in Diabete, Diabete Tipo-I, Insulina, Malattie, Ricerca Medica, Trapianti
Ultimo aggiornamento:

    diabete giovanile molecola

    La cura del diabete giovanile può avvalersi di una scoperta scientifica piuttosto rilevante, messa a punto recentemente. Si tratta di una nuova molecola capace di rendere migliore l’efficacia del trapianto di pancreas, che si configura come il punto di svolta per curare la malattia. I risultati dell’applicazione della molecola rintracciata sono stati resi noti a Innsbruck in occasione del Congresso internazionale Aidpit-Epita, che ha trattato gli aspetti terapeutici relativi al diabete giovanile di tipo I.

    Vivere con il diabete non è affatto facile e la questione non andrebbe trascurata, visto che il diabete è in aumento proprio fra i giovani. Il diabete di tipo I può essere considerata una delle malattie croniche più diffuse.

    La patologia, a causa di una non adeguata reazione del sistema immunitario, porta alla distruzione delle cellule del pancreas, alle quali è affidato il compito di produrre l’insulina. I pazienti di conseguenza devono ricorrere alla somministrazione esterna dell’insulina.

    L’alternativa al trapianto di pancreas vero e proprio è rappresentato dal trapianto di isole pancreatiche, che vengono impiantate nel fegato per mezzo di una infusione in vena. In questo modo il fegato comincia a svolgere anche la funzione di pancreas. La nuova molecola garantisce la possibilità di ridurre il rigetto delle isole trapiantate.

    270

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteDiabete Tipo-IInsulinaMalattieRicerca MedicaTrapianti
    PIÙ POPOLARI