Per difendersi dal caldo si va in piscina seguendo qualche consiglio

Per difendersi dal caldo si va in piscina seguendo qualche consiglio

Uno dei rimedi più divertenti ed efficaci per difendersi dalla calura estiva è andare in piscina

da in Benessere, Caldo, Igiene, Infezioni, Malattie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    difendersi caldo piscina

    In estate, un ulteriore aiuto per difendersi dal caldo è quello di andare in piscina per cercare un po’ di refrigerio, ma seguendo qualche consiglio. Infatti, anche in piscina, è necessario fare attenzione per non incombere in qualche infezione o patologia, dato l’affollamento di persone, e magari la scarsa igiene del luogo stesso. È quindi necessario e fondamentale seguire qualche consiglio per sé e per la propria famiglia.

    La piscina, non c’è dubbio, è uno dei posti più amati dai giovani e dagli adulti, prima di tutto per scappare, almeno per qualche ora, dalla calura estiva, e poi per il divertimento, la tranquillità, e la mancanza di stress, che invece, in alcune persone sopraggiunge andando al mare. Per stare ancora meglio, è necessario controllare alcune cose: innanzitutto l’igiene dello stabilimento. La piscina dovrebbe essere controllata periodicamente, sia per quanto riguarda l’acqua, la cui trascuratezza può favorire la presenza di microrganismi e da qui una serie di infezioni. Questo può essere dovuto alla non corretta manutenzione dell’impianto di depurazione, ad una temperatura dell’acqua troppo elevata o a secrezioni e altro materiale lasciato dai bagnanti stessi.

    Oltre ai responsabili dello stabilimento, anche i bagnanti devono seguire delle precise regole per evitare qualsiasi contaminazione. Ad esempio l’uso delle ciabatte, il farsi la doccia prima e dopo il bagno, non entrare in acqua con ferite sono tutte piccole raccomandazioni da seguire.

    Le più comuni infezioni prese in questi luoghi prendono il nome di “water-wash disease“, che sono quei disturbi dovuti proprio ai microrganismi, come congiuntiviti, otiti ed a livello cutaneo. Tra i microrganismi che maggiormente si possono trovare, sicuramente lo stafilococco è tra i primi in classifica. Nei casi di non corretta igiene e scarsa manutenzione dello stabilimento, oltre a quest’ultimo microrganismo, un altro è la legionella, che cresce e si riproduce in acqua calda tra i 20° e i 45°C. Una delle zone più a rischio, che rappresenta il suo habitat ideale è l’impianto idraulico, diffondendosi anche nelle docce e nei rubinetti. Quindi divertirsi in piscina, sicuramente sì con tutta la famiglia, ma seguendo qualche piccolo accorgimento.

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCaldoIgieneInfezioniMalattieNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI