Pelle, sole e abbronzatura? Tutta questione di “melanina”

Pelle, sole e abbronzatura? Tutta questione di “melanina”

Abbronzatura perfetta, tutto merito di una sostanza precisa, un pigmento prodotto da alcune cellule della pelle, per proteggere lo strato superficiale del derma dall’aggressione dei raggi solari

da in Benessere, Estetica e Trattamenti, In Evidenza, Pelle, Sole, Melanina
Ultimo aggiornamento:

    La pelle, il sole e la melanina

    Mare o montagna, mete vicine o lontane, lidi assolata di casa nostra o bianche spiagge caraibiche poco importa, l’unico tratta comune di tutti i vacanzieri pronti a godersi appieno ogni raggio solare è la voglia di tintarella. Neri come il carbone o con un leggero effetto ambrato sulla pelle dipende dai gusti, ma, oltre al sole, l’altro indiscusso protagonista dell’abbronzatura ha un nome ben preciso, la melanina.

    Melanina, nome simpatico, tutti o quasi ne hanno sentito parlare almeno una volta, ma sappiamo davvero di cosa si tratta? Meglio cominciare dall’inizio, chiarendo bene tutti i meccanismi legati alla tintarella.

    L’abbronzatura è la conseguenza di un normale meccanismo di difesa che la pelle innesca quando è esposta ai raggi solari. Si tratta della produzione, la melanogenesi, da parte di particolari cellule della pelle, della melanina, una sostanza che colora l’epidermide, al fine di creare un filtro naturale, una sorta di vera e propria barriera, per ripararsi dall’aggressività dei raggi solari, che in parte vengono riflessi, in parte assorbiti e bloccati dal pigmento stesso.

    Quella che per noi è quasi un lusso estivo, un modo per sentirsi più belli, vedersi meno “grigi”, in realtà è un sistema di difesa che l’organismo e, in particolare l’epidermide, mette in atto contro l’aggressione dei raggi solari. La principale artefice di quel colorito invidiabile sulla pelle, la melanina, non è altro che un pigmento, una sorta di “scudo colorato” sfoderato dalla cute per riparare la sua fragile superficie durante l’esposizione solare.

    Attenzione all’esposizione solare, quindi, perché se qualche dosato raggio di sole, con la giusta crema protettiva, nelle ore meno calde della giornata, può essere un toccasana per salute e autostima, esagerare può rivelarsi davvero rischioso.

    385

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEstetica e TrattamentiIn EvidenzaPelleSoleMelanina
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI