Pazienza: quando si parla di sopportazione

Pazienza: quando si parla di sopportazione

Il nervosismo puo' non aiutare ad affrontare i momenti di sovraccarico e di stress, per questo e' bene cercare di studiare delle tecniche personalizzate che aiutino a rilasarsi e a stare bene

da in Benessere, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    Labirinto

    Ci sono delle cose che danno fastidio piu’ delle altre, diciamolo, e a queste cose reagiamo a volte, quando siamo di buon umore, con generica indifferenza, a volte invece, quando siamo di cattivo umore, reagiamo con stizza e nervosismo, senza pero’ capire che, a meno che non si rimuovano le cause del nostro soffrire, bisognera’ abituarsi allo stress.

    Ma che cosa significa veramente stress e da che cosa sarebbe determinato questo stato emotivo? Secondo quanto riportato sulla rivista “Forbes” a causare lo stess sarebbero varie situazioni, che cominciano pianissimo a farsi sentire, senza farsene accorgere, e poi diventano, accumulandosi, troppo pesanti per poter essere tollerate.

    Lo stress fa venire i capelli bianchi, dimagrire e tremare le mani, per colpa dello stress si litiga e si discute con amici e famiglia, si possono perdere dei soldi e specialmente puo’ accadere di ammalarsi e di perderci parecchio in fatto di salute. Se quello che chiamiamo stress, che corrisponde a un disturbo, viene sottovalutato, si trasforma in malattia.

    Eppure, sempre secondo quanto riportato dal famoso giornale, lo stress potrebbe essere se non eliminato, almeno ridotto, in quanto sono sufficienti le normali azioni di rimozione delle cause di stress per ridare la serenita’. A causare lo stress agli europei, i linea con i canadesi, gli australiani e gli americani, sarebbero i soldi, per il danaro le persone sono disposte a sacrificare amicizie e affetti, e anche a stressarsi.

    Segue poi la stuazione economica nazionale, che specialmente per le persone che si occupano di danaro e di investimenti a livello professionale puo’ essere un vero e proprio problema. Sarebbero i problemi economici del presente e del futuro a causare delle reazioni nervose di tensione e di accumulo di energia negativa nell’organismo.

    Al terzo posto un fattore che solo in parte dipende dai primi due, si tratta del lavoro, che puo’ causare stress interno, per problemi che rimangono all’interno dell’ambito professionale, oppure possono sforare, nel caso in cui le conseguenze de problemi lavorativi si ripercuotano sulla vita personale e dunque sulla famiglia e sul privato del dipendente.

    In quarta posizione si lega quindi la famiglia, che comporta tensioni sia del momento che a lungo termine e spesso non lascia respiro nei momenti in cui si e’ liberi dal lavoro: questo vuol dire che la non serenita’ in casa e’ un fatto rlevante per lo sviluppo di stati di disordine e di malatta legati al sistema nervoso.

    Salute, casa e vita affettiva seguono a ruota, in ordine di diffusione.

    Possibile che questi tre ambiti, che sono strettamente correlati ai primi quattro, nel caso in cui siano inseriti in una situazione negativa causino una interpretazione anche qui negativa, per cui cio’ che dovrebbe portare la soddisfazione, se male vissuto, porta negativita’.

    Che fare? Prima di tutto rilassarsi e rassegnarsi che certe cose possono anche accadere per caso, e non sempre sono gestibili, smettere di controllare sempre tutto e tutti con rigore, prendersi del tempo per se stessi, e fare la lista delle urgenze e delle prorita’. A questo punto sara’ semplice concludere con l’individuazione delle stuazioni che creano ansia e tensione, rimuovendole dalla nostra vita.

    Fonte: Van Dusen A. What’s stressing you out. Forbes 11 Giugno 2008.
    Foto

    626

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenesserePsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI