Pasrto: a poco serve l’esercizio fisico in gravidanza

Pasrto: a poco serve l’esercizio fisico in gravidanza

Sono di questo avviso un gruppo di scienziati dell’ Universidad Politécnica de Madrid che hanno svolto il lavoro scientifico su 160 donne di età compresa fra 25 e 35 anni in stato di gravidanza e che non presentavano nessun particolare problema del loro stato fisico, svolgevano vita regolare, si alimentavano correttamente ed avevano abitudini tendenti alla sedentarietà

da in Benessere, Fitness, Gravidanza, Parto, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    ginnastica in gravidanza

    Molte volte alle donne in stato di gravidanza qualcuno consiglia il ricorso all’esercizio fisico al fine di migliorare le modalità del parto anche se queste donne non hanno mai fatto attività fisica particolare e, dunque, probabilmente hanno più difficoltà ad intraprenderla in quel periodo particolare della loro vita.

    Ma adesso una recente ricerca scientifica avverte che l’esercizio fisico nelle donne in attesa non ha nessun effetto nel migliorare le modalità del parto.

    Sono di questo avviso un gruppo di scienziati dell’ Universidad Politécnica de Madrid che hanno svolto il lavoro scientifico su 160 donne di età compresa fra 25 e 35 anni in stato di gravidanza e che non presentavano nessun particolare problema del loro stato fisico, svolgevano vita regolare, si alimentavano correttamente ed avevano abitudini tendenti alla sedentarietà.

    Alla metà delle donne che si erano volontariamente sottoposte all’esperimento veniva richiesto di iniziare un periodo di moderato esercizio fisico della durata di sei mesi consistente in attività di riscaldamento (8 minuti) tonificazione ed esercizi leggeri di resistenza (20 minuti) e defaticamento (8 minuti). Ebbene, alla fine del periodo e della relativa gravidanza non v’erano differenze sostanziali sulle modalità di parto naturale cui entrambi i gruppi erano stati sottoposti.

    Le percentuali di parto naturale, strumentale e cesareo erano, rispettivamente, del 70,8%, 13,9% e 15,3% nel gruppo in allenamento e del 71,4%, 12,9% e 15,7% nel gruppo controllo.

    I risultati restavano anche aggiustando rispetto ai dati di indice di massa corporea, di peso acquisito, età, abitudini al fumo e consumo di alcol.

    303

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereFitnessGravidanzaPartoSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI