Parto: tra cesareo e naturale decide un test

Parto: tra cesareo e naturale decide un test

Niente più cesarei inutili o fatti troppo tardi grazie a un test che misura la concentrazione di acido lattico nel liquido amniotico: viene già utilizzato negli ospedali del Belgio, della Svezia e della Norvegia

da in Gravidanza, In Evidenza, News Salute, Parto Cesareo, parto-naturale
Ultimo aggiornamento:

    Test per il parto cesareo

    Parto cesareo o parto naturale? La scelta in genere dipende da valutazioni cliniche. Il parto naturale, infatti, è sempre da preferire al cesareo, che resta di fatto un intervento chirurgico, con tutti i rischi del caso, però, quando ci sono problemi per il feto o per la mamma è indispensabile ricorrere al taglio e, in genere, si programma in anticipo.

    Esistono anche situazioni in cui il taglio cesareo può rendersi necessario all’improvviso e diventa un intervento d’urgenza, con tutti i rischi di questo genere di operazioni chirurgiche. In questi casi la decisione di ricorrere al taglio viene presa in tempi ridotti: come essere sicuri di optare per la soluzione più adatta e non esporre madre e figlio a inutili rischi e, allo stesso tempo, come fare questa scelta in tempo utile, anche per evitare alla gestante inutili e dolorose ore di travaglio, che possono anche favorire complicazioni nel nascituro?

    Oggi, in molti ospedali europei, è possibile fare la scelta tra parto naturale e cesareo con maggiore consapevolezza, grazie a un test che misura la concentrazione di acido lattico nel liquido amniotico.

    L’acido lattico è una sostanza di scarto che si accumula nei muscoli dopo sforzi fisici intensi: secondo una ricerca condotta alla Liverpool University e al Liverpool Women’s Hospital, la sua presenza in alte concentrazione nel liquido amniotico indica che i muscoli della donna sono sovraffaticati e non riescono più a contrarsi, per cui un parto naturale diventa difficile e si dovrà ricorrere al cesareo.

    Con questo semplice test, attualmente già in uso in ospedali del Belgio, della Norvegia e della Svezia, quindi, i medici possono evitare cesarei inutili o tardivi, con maggiori benefici per madri e figli.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaIn EvidenzaNews SaluteParto Cesareoparto-naturale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI