Paralisi e neuroscienze: prospettive in tecnologia ed elettronica

Paralisi e neuroscienze: prospettive in tecnologia ed elettronica

Presentata a Rovereto di Trento la macchina in grado di leggere nel pensiero: obbedisce a ordini dati a distanza attraverso elettrodi, e' il nuovo gioiellino della IAS LAB di Padova

da in Cervello, Malattie, Movimento, Neurotrasmettitori, News Salute, paralisi
Ultimo aggiornamento:

    Monitor

    Monitor

    Si muove con la forza del pensiero e puo’ essere pilotato dal cervello umano, che attraverso il PC legge i comandi che il cervello compone e li rende eseguibili: si tratta di un robot, che e’ connesso al cervello umano grazie a tre elettrodi appoggiati sulla testa di chi vuole dare i comandi.

    Tutto questo e’ realta’, e il robot e’ stato presentato ieri a Venezia, dando prove con esperimenti a margine del “Discovery on film”, rassegna del documentario scientifico del Museo Civico di Rovereto. Figlio dello IAS LAB di Padova.

    Il robot preannuncia quello che in futuro potrebbe presto diventare realta’: quello che oggi e’ un video con proiezione, potrebbe domani diventare macchina piu’ grande, per far capire che, una volta scoperto il meccanismo per lanciare messaggi da cervello a macchina, e’ possibile tradurre tutti i gesti e i movimenti che si vuole.

    La distanza che oggi e’ stata coperta con il comando uomo macchina e’ stata di 300 chilometri, Venezia – Rovereto, se gli studi riceveranno compenso pratico in futuro i malati ricoverato per malattie neurali potrebbero trovare soluzioni in questi comandi alle macchine.

    I malati che non riescono a muovere nessuna parte del corpo, ma che riescono a pensare, potrebbero tornare a comunicare grazie al robot. La soluzione in un casco con tre elettrodi, indossato in un letto di ospedale.

    264

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloMalattieMovimentoNeurotrasmettitoriNews Saluteparalisi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI