Pancia gonfia: cause, rimedi e alimentazione

La pancia gonfia è un fenomeno che si verifica almeno una volta nella vita di chiunque. Le cause vengono solitamente ricercate nella scorretta alimentazione, ma sono comunque anche altri i motivi che provocano il fastidioso problema. Tuttavia, altrettanto numerosi sono i rimedi disponibili per garantire il riequilibro dell'intestino ed evitare di soffrire di pancia gonfia.

da , il

    pancia gonfia cause rimedi e alimentazione

    Quali sono le cause, i rimedi e l’alimentazione per la pancia gonfia? La spiacevole, e a volte imbarazzante, sensazione di stomaco gonfio e duro è un disturbo piuttosto comune ed è causato dall’accumulo di gas nell’intestino. Si presenta spesso con fenomeni di meteorismo, difficoltà nell’evacuazione, crampi addominali e flatulenza. Per guarire da questo fastidioso problema è fondamentale prima capire perchè si presenta, ed è bene indagare sia le cause fisiche che quelle psicologiche. Tuttavia, le soluzioni naturali per la pancia gonfia ci sono ma è necessario metterle in pratica con costanza.

    Possibili cause

    Le cause che provocano la pancia gonfia sono molteplici e di diversa natura. La più comune è sicuramente la cattiva digestione, che genera aria nello stomaco gonfiandolo in modo anomalo, ma ci possono essere cause più serie, come ad esempio forti intolleranze, allergie e altre patologie latenti. Vediamo le principali.

    Problemi di digestione

    Una delle cause più frequenti della pancia gonfia e dura sono i problemi di digestione e la ridotta motilità intestinale. La cattiva digestione dipende dalla difficoltà a svuotare al meglio lo stomaco o dalla tendenza del cibo di risalire lungo l’esofago. Questi disturbi vengono accentuati da alcuni fattori, come le intolleranze alimentari, l’eccesso di cibi grassi, lo stress e il fumo, che è bene non sottovalutare altrimenti il rischio è quello di cronicizzare il problema.

    La difficoltà di digestione, e di conseguenza la pancia gonfia, sono anche disturbi molto comuni nelle persone affette da disfunzioni gastrointestinali, come la sindrome dell’intestino irritabile (SII), la colite ulcerosa e la celiachia.

    Edema

    Il gonfiore addominale temporaneo può essere provocato da un edema, ovvero dall’accumulo di fluidi corporei immagazzinati in alcune parti del corpo, compresi l’addome e la zone pelvica. Le cause di un edema intestinale riguardano i problemi di circolazione venosa o linfatica, l’insufficienza renale o la disfunzione epatica. In rari casi l’edema può essere causato anche da una neoplasia.

    Disidratazione

    La disidratazione può essere una delle cause più comuni di pancia gonfia, soprattutto nelle donne. Bere poco, soprattutto se non si modera la quantità di sale sui cibi, provoca ritenzione idrica e di conseguenza gonfiore addominale.

    Bevendo la giusta quantità di acqua quotidianamente, 1,5/2 litri, si depura l’apparato digerente dalle scorie che potrebbero causare il gonfiore addominale. Quando si beve poco, invece, il corpo tende ad accumulare acqua per evitare di rimanerne senza. È un meccanismo di sopravvivenza.

    Stitichezza

    La causa più comune per la pancia gonfia è la stitichezza, anche chiamata costipazione. La difficoltà, o la totale mancanza, di evacuazione può generare nello stomaco gas, dolore e malessere generale. Tra le cause più frequenti della costipazione vi sono un’alimentazione povera di fibre, il consumo ridotto di acqua, la vita sedentaria e lo stress.

    Allergie alimentari e intolleranze

    Se risulta una situazione costante, la pancia gonfia potrebbe essere sintomo di un’intolleranza alimentare, infatti alcuni alimenti ai quali l’organismo è intollerante, una volta nell’intestino, vengono fermentati dalla flora batterica, causando meteorismo e gonfiore addominale.

    L’accumulo di gas è molto frequente nelle persone che hanno sviluppato un’intolleranza al lattosio. Ma esistono altre decine di possibili allergie o intolleranze di cui non si è a conoscenza, per cui è sempre consigliato eseguire un test in caso di gonfiore frequente e duraturo. Solitamente, la pancia gonfia nei bambini è sintomo proprio delle allergie alimentari.

    Sindrome da iperproliferazione batterica

    La pancia gonfia può essere una conseguenza della sindrome da iperproliferazione batterica (SIBO), una patologia determinata da un aumentato numero di batteri dannosi che vivono nell’intestino tenue e/o dalla proliferazione di specie normalmente non presenti in tale tratto accumulati in seguito all’assunzione di antibiotici, per via di un’infiammazione o per problemi di digestione. I sintomi più comuni sono la diarrea, la flatulenza, il dolore addominale e il meteorismo.

    Infezione

    Alcuni processi infiammatori dell’organismo, di tipo batterico, possono provocare il gonfiore intestinale, specie quando si accumulano numerosi globuli bianchi all’altezza della zona pelvica e degli organi gastrointestinali. Sintomi collegati potrebbero essere anche la febbre, il dolore e i linfonodi ingrossati.

    Sbalzi ormonali

    Lo sbalzo, o le disfunzioni ormonali, possono causare diverse condizioni di malessere fisico nelle donne, come la pancia gonfia. Un esempio molto comune è dato dalla sindrome premestruale, riconosciuta come una delle cause principali dei problemi digestivi e dell’addome gonfio prima del ciclo, poiché induce costipazione e ritenzione idrica. Solitamente, anche in gravidanza la pancia diventa gonfia e dura a causa dei cambiamenti avviati all’interno dell’organismo femminile, ma il sintomo è comunque passeggero.

    Tumore

    Benché sia la causa meno diffusa, il gonfiore alla pancia può derivare anche dal tumore al colon o all’utero. Ovviamente è un sintomo molto comune ad altri disturbi e patologie che non deve immediatamente destare preoccupazione. Tuttavia, se i vari trattamenti prescritti non riescono a ridurre il gonfiore, allora è opportuno parlare con un dottore per svolgere analisi più approfondite.

    Rimedi efficaci

    Come abbiamo visto, la pancia gonfia è un sintomo tipico di numerose malattie o disturbi dell’apparato digerente. Si tratta di una spiacevole sensazione di eccessiva tensione addominale, espressione di un accumulo gassoso nello stomaco e nell’intestino. Spesso è un disturbo passeggero, altre volte invece è un fenomeno fisiologico, che può nascondere patologie più serie.

    È quindi importante non sottovalutare il problem e correre subito ai ripari magari con rimedi prima semplici e naturali, e poi, se il problema persiste, sottoponendosi a visite mediche più approfondite.

    Di seguito, riportiamo quindi alcuni dei rimedi più facili e immediati per la pancia gonfia causata da problemi di natura intestinale. Vediamo i principali modi per sgonfiare la pancia in poco tempo:

    Carbone vegetale

    Il rimedio naturale più conosciuto contro la pancia dura e gonfia è il carbone vegetale. Questa sostanza 100% naturale e di facile reperibilità, al supermercato o in erboristeria, ha la capacità di assorbire i gas nella pancia.

    Erbe carminative

    Alcune piante carminative, a differenza del carbone, non assorbono i gas dalla pancia gonfia, ma li eliminano. Fra queste ricordiamo: il cumino, l’anice, il finocchio, la melissa, la menta, l’angelica e la camomilla, con le quali si possono preparare efficaci tisane per sgonfiare la pancia. Queste piante hanno proprietà antinfiammatorie e antispasmiche, oltre che digestive.

    Eliminare lo stress

    Lo stress ha la capacità di bloccare la naturale attività intestinale e digestiva e causare così la pancia gonfia. Per evitare tutti questi problemi, quindi, è bene intervenire sulla radice del problema ed eliminare le tensioni nervose dalla propria vita. Può essere consigliato prendersi una mezz’ora di tempo ogni giorno per passeggiare all’aria aperta, fare dello sport, iscriversi in palestra o a un corso yoga. In breve tempo si noteranno i benefici all’intero organismo.

    Pancia gonfia e alimentazione

    Nella maggior parte dei casi, i medici sono concordi sul fatto che la pancia gonfia e dura rappresenti la conseguenza di un’alimentazione poco corretta. La dieta, infatti, gioca ovviamente un ruolo fondamentale nella regolazione dell’aria all’interno del tratto digestivo, ma bisognerà accertarsi di non soffrire di intolleranze alimentari, prima fra tutte quella al lattosio e quella al glutine.

    Un regime alimentare indicato per sgonfiare la pancia è quello offerto dalla dieta Low FODMAP, un approccio efficace per la gestione dei sintomi nei soggetti con problemi intestinali più o meno gravi.

    Assumere fibre, almeno 25/30 grammi al giorno, è importante per apportare dei benefici all’addome gonfio e dolorante. Tuttavia, è opportuno fare molta attenzione a non consumare, o quantomeno a limitare, il consumo di cibi e alimenti che possono gonfiare pancia e stomaco. Ecco una lista per capire quali cibi preferire e quali invece evitare:

    Cibi che non gonfiano la panciaCibi che gonfiano
    CetrioliSnack zuccherati confezionati
    PesceBibite gassate
    Grano saracenoFarine raffinate
    MeloneMelanzane
    SedanoFormaggi morbidi
    FinocchiFagioli
    CarciofiBroccoli
    MelaCarote
    MirtilliCipolla
    MentaCavolo
    Alimenti integraliLieviti
    Yogurt senza zuccheri aggiuntiLatte

    Ma oltre all’attenzione a un’alimentazione sana e corretta è altrettanto importante mangiare lentamente, masticando bene il cibo, per evitare di inghiottire troppa aria che andrà poi ad accumularsi nello stomaco e nell’intestino. Allo stesso modo, sarà meglio non parlare mentre si mangia e abbandonare le gomme da masticare.