Pachionichia: cause, sintomi, cura, terapia e rimedi naturali

La pachionichia è una patologia di tipo congenita, psoriasica o micotica che colpisce le unghie delle mani e dei piedi. Quali sono le cause che la provocano, i sintomi che manifesta e le terapie per curarla? Scopriamo insieme nell'articolo che segue.

da , il

    pachionichia

    Pachionichia: quali sono le cause, i sintomi, la cura, e la terapia? La pachionichia è l’ispessimento di una o più unghie delle dita e interessa sia mani che piedi. Questa patologia può essere correlata ad una malattia ereditaria come la sindrome di Jadossohn-Lewandowsky, la degenerazione di un’onicomicosi oppure legata alla psoriasi o gli eczemi. Ma quali sono le cause che la scatenano e i sintomi che manifesta? Nell’articolo che segue, scopriamo quali sono le terapie per curare la pachionichia.

    Cos’è la pachionichia?

    La pachionichia è una patologia che colpisce le unghie delle mani o dei piedi e provoca un anomalo ispessimento dell’unghia. Questa malattia di tipo dermatologico, può essere causata da diverse patologie come la micosi, infezioni batteriche o la psoriasi.

    La malattia si manifesta con l’ispessimento dell’unghia ed altri sintomi che dipendono dalla forma di pachionichia dalla quale si è affetti, e possono avere variazioni di colore e di compattezza.

    Cause

    La pachionichia può essere causata da tre diversi fattori, quali:

    • fattori ereditari (in questo caso si tratterà di pachionichia congenita)
    • psoriasi (pertanto si parlerà di pachionichia psoriasica)
    • funghi (che causano, invece, la pachionichia micotica)

    Pachionichia congenita

    La pachionichia congenita è una rara forma di genodermatosi ereditaria. La sua comparsa è variabile: in molti casi si manifesta dopo la nascita, mentre in altri soggetti la malattia si sviluppa nella tarda infanzia; in generale raramente si sviluppa nell’età adulta.

    I primi segnali della malattia sono l’ispessimento delle unghie di mani e piedi o dei denti neonatali.

    Quando i bambini iniziano a muovere i primi passi, sviluppano un cheratoderma palmo-plantare associato alla formazione di vesciche che provocano un dolore acuto: questo processo avviene nei primi anni di vita. L’ispessimento dentale invece si manifesta precocemente e può provocare importanti problemi alimentari nel neonato durante la fase dello svezzamento.

    Pachionichia psoriasica

    La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, che provoca un’alterazione delle cellule; solitamente è di carattere recidivante ed è scatenata da fattori autoimmunitari, genetici e ambientale. Questa alterazione può causare la pachionichia psoriasica, che provoca ispessimento dell’unghia fino a ridurla letteralmente in briciole.

    La pachionichia psoriasica è molto frequente nei soggetti che soffrono di psoriasi.

    Pachionichia micotica

    La pachionichia micotica è causata dall’onicomicosi, cioè un’alterazione della lamina ungueale provocata da funghi patogeni. Se l’onicomicosi viene trascurata oppure si sviluppa in una forma aggressiva, può degenerare in pachionichia micotica.

    Sintomi

    Le unghie colpite dalla pachionichia sono facilmente riconoscibili, in quanto:

    • le unghie colpite dalla malattia appaiono deformi;
    • si verifica un ispessimento anomalo;
    • le unghie cambiano colore passando dal rosa naturale al grigio tendente al verde;
    • si verifica un significativo ispessimento dell’unghia, spesso accompagnato dallo scollamento della lamina, che ne provoca deformità e variazione della crescita.

    In alcuni casi, la pachionichia viene associata ad un ispessimento dello strato di pelle che si trova sotto l’unghia. I sintomi sopra citati si manifestano sia per la pachionichia congenita, che per la pachionichia psoriasica e quella micotica.

    Cura e terapia

    Al giorno d’oggi, non esistono né cura né una terapia definitiva contro la pachionichia.

    Tuttavia, alcuni centri specializzati in dermatologia praticano una riduzione dello spessore dell’unghia, attraverso l’utilizzo di una tronchesi e di piccole frese che hanno la funzione di limare l’unghia ispessita.

    La riduzione della lamina ungueale colpita dalla pachionichia è fondamentale, soprattutto nel caso in cui colpisca le unghie dei piedi: infatti, indossare qualsiasi tipo di calzatura potrebbe risultare davvero difficile e doloroso.

    Inoltre, forzare l’utilizzo di scarpe strette, nella fase acuta della patologia, potrebbe provocare un forte dolore, ipercheratosi e fastidiosi calli sotto e intorno all’unghia, oltre ad infiammazioni e rischio di ulcerazioni: per questo motivo si consiglia l’utilizzo di calzature morbide e confortevoli.