Ottimismo? Meglio di una pillola per la salute

Chi e' ottimista rischia di morire il 19% delle volte in meno di chi e' pessimista, a dimostrarlo uno studio americano, che ha osservato 900 individui per 40 anni circa

da , il

    Ottimismo

    Per difendersi dalle malattie e per vivere piu’ a lungo serve essere ottimisti: a dimostrare questa teoria e’ stato uno studio americano, che ha analizzato circa 900 persone, di ogni categoria sociale, per ben 40 anni.

    L’osservazione, che ha tenuto conto dei fattori che influenzano lo stile di vita degli individui, ha valutato come vivono, nella salute e nella malattia, gli ottimisti e i pessimisti a confronto.

    Il risultato parla di cifre davvero straordinarie: gli ottimisti riuscirebbero a vivere anche 12 anni in piu’, con meno malattie e in condizioni migliori di vita. I pessimisti ogni anno rischiano di morire il 19% delle volte in piu’, circa.

    Uno stato esistenziale poco felice, al contrario, causa dei disturbi alla psiche e all’organismo, che a lungo andare riescono a influire negativamente sullo sviluppo delle malattie. Inoltre il pessimismo e i cattivi pensieri portano ad assumere degli stili di vita sbagliati, come mangiare male, bere alcolici e fumare, ad esempio, che non possono influire positivamente sulla salute.

    L’ottimismo aiuta negli affetti e migliora il funzionamento degli ormoni: se il sistema endocrino lavora a dovere allora anche il sistema immunitario avra’ pronta risposta alle malattie, mentre l’organismo non rischiera’ di ammalarsi di malattie come diabete, depressione e anche allergie e infiammazioni.

    Fonte: Riccardo Serafini – Psicologo clinico e Formatore