Otite: i rimedi naturali e omeopatici

L’otite è un disturbo più frequente del previsto ed è caratterizzata da un’infezione a carico dell’orecchio, che si può trattare in diversi modi, anche con cure e trattamenti naturali. Ovviamente il problema non dev'essere grave né tendente ad una cronicizzazione. Come per ogni malattia, più o meno grave, è importante affidarsi sempre ad un esperto.

da , il

    Otite sintomi e rimedi naturali

    Quali sono i rimedi naturali e omeopatici per l’otite? Quello strano dolore all’orecchio, l’udito che non è più lo stesso e uno strano senso di ovattamento, sono tutti sintomi dell’otite. Soprattutto nella stagione calda, complici i bagni al mare e in piscina, l’otite è un eventualità fastidiosa quanto frequente, da mettere in conto, sia per adulti che soprattutto per i bambini. Le sue manifestazioni sono chiare seppur con sfumature differenti da caso a caso, così come le cure e i rimedi a disposizione Tuttavia, per combattere l’otite, anche la natura offre una serie di rimedi efficaci, naturali e sicuri.

    Caratteristiche dell’otite

    L’otite è un’infezione dell’orecchio, un processo infiammatorio che può compromettere la funzionalità di diverse parti dell’organo deputato all’udito. Quando l’infiammazione, scatenata dall’aggressione di diversi possibili microrganismi, come funghi, batteri e virus, colpisce il condotto uditivo, si tratta di otite esterna. Se il “bersaglio” dell’infiammazione è l’orecchio medio, invece, il problema viene definito come otite media.

    Mal d’orecchio, sordità, fischi e ronzii, prurito: sono i sintomi tipici dell’otite. Ad essi possono associarsi la febbre, i brividi di freddo, la nausea, il vomito e la diarrea. Questi segnali sono simili per le due principali forme di otite, ma non uguali. In caso di otite nei bambini, il sintomo principale è il dolore accompagnato dalla sensazione di orecchio pieno causata dal gonfiore del condotto uditivo, e la possibile riduzione della capacità uditiva. Ulteriori sintomi sono, inoltre, l’irritabilità e la difficoltà nel mangiare e nel dormire, l’aumentata pressione sanguigna nell’organo e la perdita di udito. Una delle forme di otite più gravi è l’otite bollosa, che a causa dell’infiammazione può provocare la rottura della membrana timpanica.

    Ma quanto dura in genere l’otite? L’otite può essere caratterizzata da un tempo di insorgenza rapida ed una breve durata, pari a circa alcune settimane. Se l’otite però diventa cronica può essere persistente e durare per almeno un mese.

    Rimedi naturali

    Generalmente, il problema dell’otite viene risolto con la costante osservazione del paziente ed una terapia con antibiotici. Il trattamento è stabilito tenendo conto dell’età del paziente, dello stato dell’udito oltre che dei fattori che sono alla base dell’otite. Tuttavia, in casi di otite lieve, senza gravi sintomi dolorosi o manifestazioni fisiche, possono essere utili diversi rimedi naturali, che attingono a piene mani dalle cure tradizionali offerte dalla fitoterapia e dall’omeopatia. In questo articolo, vi parleremo nello specifico dell’otite esterna e di quella media, le più facili da trattare con i rimedi naturali. In tutti gli altri casi è importante rivolgersi ad uno specialista per ricevere il trattamento adeguato ed evitare ulteriori problemi.

    Fitoterapia

    Molto spesso, un notevole sollievo dal dolore, e persino un’accelerazione nel decorso dell’otite lieve, è ottenuto mediante l’uso di rimedi fitoterapici come:

    • Echinacea: sostiene l’attività del sistema immunitario ed inoltre ha proprietà antinfiammatorie, inoltre è utilizzata come antidolorifico generico. Sconsigliata alle persone sensibili alle piante della famiglia delle composite.
    • Olio essenziale di levistico: grazie alla sua azione espettorante e antinfiammatoria, è possibile applicare 2 gocce ogni giorno, mattina e sera nell’orecchio colpito dall’otite, per guarire in poco tempo.
    • Camomilla: se l’infezione interessa l’orecchio medio per le sue capacità antinfiammatorie e lenitive. Un suffumigi, mattina e sera, con l’estratto di camomilla o con i suoi fiori, aiuta a sciogliere il catarro e il muco in eccesso, che, ristagnando, provoca l’otite o ne peggiora i sintomi dolorosi.
    • Lobelia: una pianta sedativa ed espettorante, perfetta per sedare il mal d’orecchi. 3 gocce del suo estratto liquido nell’orecchio colpito dall’otite possono essere un vero toccasana.

    Omeopatia

    Per curare l’otite sono disponibili i rimedi omeopatici, la cui scelta deve basarsi principalmente sulla causa alla base del problema. È necessario, tuttavia, affidarsi ad un specialista omeopata per la prescrizione di ciascun farmaco o rimedio omeopatico. Vediamo i principali.

    • Aconitum napellus, si usa nelle otiti acute e improvvise che compaiono dopo un colpo di freddo. Inoltre, è possibile adottare tale rimedio in caso di sbalzi di temperatura delle orecchie e per i dolori notturni
    • Arsenicum album, indicato per le otalgie, le otiti catarrali con dolori forti e brucianti che si aggravano di notte
    • Belladonna, usata quando l’otite ha un esordio repentino, spesso dopo un colpo di freddo o dopo una faringite
    • Capsicum, è il rimedio d’elezione per le otiti congestizie medio acute caratterizzate da forte otalgia e arrossamento della parte esterna e del timpano
    • Chamomilla, usato per l’otite che colpisce i bambini piccoli, in particolare perchè legata alla dentizione
    • Hepar sulfur, indicato per l’otite purulenta e fetida, con perforazione del timpano ed una secrezione abbondante e sanguinolenta.
    • Mercurius solubilis, è molto efficace quando l’otite infiamma anche la tuba di Eustachio che collega l’orecchio medio al nasofaringe, provocando un dolore acuto e pungente che si irradia a tutta la zona che corrisponde al lato dell’orecchio infiammato
    • Pulsatilla, utilizzata per le otiti acute e croniche con naso secco e ostruito che peggiorano di notte e con il caldo

    Rimedi della nonna

    Tra i vecchi e classici rimedi della nonna, troviamo differenti soluzioni per l’otite, i quali possono essere d’aiuto in coloro che vogliono trovare un sollievo immediato seppur temporaneo al dolore.

    • Aglio: essendo un antibatterico naturale è possibile preparare un composto ottenuto dalla miscela di chiodi di garofano e tre spicchi d’aglio. Per la preparazione coprire i due ingredienti con dell’olio di oliva e lasciare il composto a riposare per una notte intera. Il giorno dopo filtrare il composto mediante un colino e lasciare cadere 3-4 gocce all’interno dell’orecchio, cercando di mantenere il condotto uditivo bagnato al più per cinque minuti. Ripetete la stessa operazione due volte al giorno.
    • Cipolla: è ottima contro l’otite grazie al suo generoso contenuto di solfuro di allide. La sostanza che fa lacrimare gli occhi, infatti, garantisce un efficace effetto mucolitico e antinfiammatorio. Basta applicare la cipolla sull’orecchio dolorante, facendo degli impacchi mattina e sera.
    • Olio di oliva: utilissimo contro le infezioni dell’orecchio, basta riscaldare brevemente due o tre gocce di olio e lasciarle cadere in ogni orecchio.
    • Borsa dell’acqua calda: al fine di alleviare il dolore è possibile porre sull’orecchio una bottiglia o una borsa di acqua calda. Alcune persone adottano lo stesso sistema utilizzando un sacchetto di sale riscaldato.
    • Doccia calda: facendo una doccia con dell’acqua calda è possibile ottenere un sollievo dal dolore grazie al vapore che riesce a rompere ed ammorbidire il cerume.
    • Bere acqua: bevendo o inghiottendo dell’acqua, si incoraggia l’azione muscolare che apre e drena la tromba di Eustachio. Tenendo aperte le tube uditive, il dolore si avverte in maniera minore.
    • Zinco: assumendo una certa quantità (consigliata dal medico) di zinco al giorno, è possibile ridurre gli effetti dell’infezioni dell’orecchio.
    • Vitamina C: la lotta contro l’infezione dell’orecchio può essere facilitata mediante un rafforzamento del sistema immunitario, aumentando ad esempio l’assunzione giornaliera di vitamina C.
    • Sidro di aceto di mele: la miscela preparata combinando una parte di aceto di sidro di mele assieme ad una pari quantità di acqua distillata può dare sollievo dal mal d’orecchie. Per provare il rimedio è necessario porre una goccia della miscela in ciascun orecchio.