Osteosclerosi: sintomi, cause e cura

Osteosclerosi: sintomi, cause e cura
da in Malattie, Ossa
Ultimo aggiornamento:

    Osteosclerosi mano

    L’osteosclerosi è una malattia che provoca alcuni specifici sintomi riguardanti il tessuto osseo. Quali sono le sue cause? Esiste una cura? Con il termine “osteosclerosi” ci si riferisce a una condizione che interessa, per l’appunto, il tessuto osseo: questo, infatti – in presenza di questa patologia – risulta essere più denso nella sua struttura rispetto al normale e ciò porta a una serie di conseguenze che interessano la salute dell’organismo in modo negativo. Ma qual è la sintomatologia esatta legata a questo disturbo? Quali le sue cause? È possibile ricorrere a un trattamento efficace? Scopriamo di più in merito.

    La sintomatologia dell’osteosclerosi include la presenza di ossa dure e molto compatte, a tal punto da provocare una diminuzione evidente della loro resistenza e della loro elasticità: ciò, dunque, si traduce in un aumento della fragilità delle ossa, che espone il paziente a un rischio maggiore di fratture. Le fratture che possono interessare le persone colpite da osteosclerosi sono, generalmente, traumi di media entità che, in una persona sana, causerebbero – nella peggiore delle ipotesi – soltanto una forte contusione.

    L’osteosclerosi è un’osteopatia caratterizzata – come anticipato prima – da un aumento della durezza e della compattezza – ma anche dello spessore – del tessuto osseo che risulta, così, più denso della sua struttura: le ossa perdono, quindi, elasticità, acquisendo fragilità. Questa condizione può essere causata da problemi relativi ai normali processi formativi delle ossa, oppure a una diminuzione dei normali processi di rimaneggiamento osseo: anche entrambe le cause associate possono provocare osteosclerosi. Questo aumento della densità ossea può essere dovuto anche a una lesione o alla presenza di artrosi, che si differenzia dall’artrite: in quest’ultimo caso, infatti, la cartilagine può non essere in grado di proteggere l’osso dai traumi dovuti al carico.

    L’osteosclerosi può, inoltre, essere causata da malattie come l’osteopetrosi, il mixedema, l’iperparatiroidismo, l’insufficienza renale cronica e intossicazioni.

    Alla comparsa dei sintomi, è opportuno contattare il medico che – tramite una serie di esami e analisi – potrà effettuare una corretta diagnosi, scegliendo la terapia più adatta. Generalmente, oltre alla visita medica e all’anamnesi generale, l’osteosclerosi è visibile tramite radiografia.

    Infine, esistono dei rimedi contro l’osteosclerosi? Purtroppo, non esiste un trattamento specifico contro questa malattia: si tratta, infatti, spesso di una condizione irreversibile. Nonostante ciò, a volte le cause scatenanti possono essere curate: in questi casi, la terapia mirerà a risolvere la patologia sottostante.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieOssa
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI