Osteoporosi: un nuovo farmaco per trattarla più adeguatamente

Osteoporosi: un nuovo farmaco per trattarla più adeguatamente

In fatto di efficacia terapeutica ricordiamo che nello studio condotto su 7

da in Farmaci, Fratture, Malattie, Osteoporosi, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    osteoporosi

    Un’importante novità giunge in ambito scientifico e presto verrà applicata anche a livello terapeutico, parliamo di Denosumab, un anticorpo monoclonale per la prima volta applicato anche nella cura dell’osteoporosi.Il meccanismo d’azione del farmaco è complicato, diciamo più semplicemente che tale sostanza farmacologica agisce contro gli osteoclasti, ovvero le cellule ossee deputate ad assorbire la sostanza ossea in eccesso, nella normalità dei casi in tutto lo scheletro.

    Interessante è anche notare la semplicità di utilizzo del Denosumab che viene somministrato mediante iniezioni sottocute ad un dosaggio di 60 mg. ogni sei mesi e, dunque, risulta molto comodo sia per i medici che per gli stessi pazienti.

    In fatto di efficacia terapeutica ricordiamo che nello studio condotto su 7.800 donne e 1.400 uomini che soffrivano rispettivamente di osteoporosi post-menopausale e carcinoma prostatico non metastatico si è constatato un aumento della densità minerale ossea ed ad una riduzione del 60% delle fratture vertebrali in entrambi i gruppi di pazienti presi in esame.


    Inutile sottolineare che a fronte di questi risultati si assiste anche ad una sensibile riduzione dei costi a carico della collettività visto che si azzerano quasi del tutto i ricoveri ospedalieri, anche a seguito di fratture ossee.

    247

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciFrattureMalattieOsteoporosiPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI