Osteoporosi: in futuro ormoni tiroidei come possibile terapia

Osteoporosi: in futuro ormoni tiroidei come possibile terapia

Un gruppo di studiosi statunitensi ha condotto una ricerca su probabili terapie contro l’osteoporosi, scoprendo come l’ormone tireostimolante (TSH) riesca a favorire la formazione di tessuto osseo

da in Farmaci, Malattie, Ossa, Osteoporosi, Ricerca Medica, ormoni-tiroidei
Ultimo aggiornamento:

    In un futuro prossimo gli ormoni tiroidei potrebbero rappresentare una possibile terapia per trattare l’osteoporosi. Quest’ultima patologia, ormai molto diffusa sia tra le donne che tra gli uomini di mezza età, è trattata in vari modi e con diversi farmaci. Sino ad ora, però, le terapie hanno come scopo di combattere la perdita dell’osso, o della densità ossea. Questo dovuto ad alterazioni dei meccanismi della riproduzione degli osteoclasti.

    Grazie ad uno studio statunitense, una delle nuove terapie si baserà sull’utilizzo degli ormoni tiroidei, precisamente l’ormone tireostimolante (TSH), che sembrerebbe abbia la capacità di regolare la produzione degli osteoblasti (cellule responsabili della formazione dell’osso). Questa ricerca è stata condotta dagli studiosi della Mount Sinai School of Medicine di New York (Usa), e pubblicata su Pnas.

    Questo risultato non è nuovissimo, ma già in passato lo stesso gruppo di studiosi avevano scoperto come il TSH riuscisse ad inibire la funzionalità degli osteoclasti, che come detto sopra, sono responsabili della perdita del tessuto osseo, e per questo i principali bersagli della maggior parte delle terapie attualmente usate per contrastare l’osteoporosi. Sono risultati importanti che porteranno, in futuro, ad innovative terapie, più specifiche e con meno effetti collaterali.

    265

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciMalattieOssaOsteoporosiRicerca Medicaormoni-tiroidei
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI