Osservatorio MST: Malattie Sessualmente Trasmesse

Osservatorio MST: Malattie Sessualmente Trasmesse

Secondo l'osservatorio sulle MST i giovani di oggi sarebbero informati meno di quelli di ieri, in fatto di sessualita', i dati danno nota di una situazione retrocessa a 5/6 anni fa, con dei passi indietro pericolosi

da in Benessere, Pillola anticoncezionale, Prevenzione
Ultimo aggiornamento:

    Condom

    Il 2008 e’ stato un anno in cui sono fioccate delle risposte, poco confortanti, in fatto di protezione sessuale e giovani: secondo i dati recentemente esposti dall’”Osservatorio MST” la situazione attuale e’ ritornata ad essere ai livelli di 5/6 anni fa, Vediamo insieme perche’.

    Poche informazioni e per lo piu’ scorrette, mediate dalla pubblicita’ e dai mass media, che hanno creato confusione nei giovani, in quest’anno e’ emersa una particolare attenzione per i metodi di prevenzione delle gravidanze indesiderate, mentre e’ stata completamente tralasciata dai giovani l’attenzione alle malattie sessuali. Con evidente maggiore difficolta’ a entrare nell’ottica della prevenzione al Sud che non al Nord.

    Anche in fatto di procreazione e’ stata creata confusione tra la pillola contraccettiva e la pillola del giorno dopo, secondo i dati statistici sia le ragazze che non facevano uso di contraccettivi ormonali, che quelle che invece li usavano, hanno fatto ricorso alla pillola del giorno dopo, ritenendo di essere a rischio, mentre sul lato della prevenzione delle malattie infettive e’ stato dato molto risalto al Papillomavirus a scapito di altri virus.

    Sempre secondo l’”Osservatorio MST” e’ importante ricordare sempre tutte le alternative alla contraccezione, specie negli adolescenti, va loro proposto l’uso del preservativo, come valida difesa dai virus, specie nei rapporti occasionali, va raccomandato di fare diventare una prassi quella di pretendere che sia indossato, indipendentemente dal rischio o no di gravidanze.

    In fatto di somministrazione ormonale va bene la pillola, ma la sua assunzione giornaliera la puo’ rendere poco sicura, per questo e’ meglio che le giovani scelgano somministrazioni ormonali piu’ pratiche, come il cerotto o l’anellino vaginale, che danno meno scarto di errore.

    Inutile ricordare che le tecniche come quella della spirale o dei metodi naturali vanno bene per donne di una certa eta’, che sanno esattamente gestire il loro corpo, e nel caso della spirale che hanno avuto gia’ dei figli.

    Come fare per parlare ai figli? Secondo il parere degli esperti e’ ora che i genitori si adeguino alle esigenze, parlando direttamente ai figli della vita sessuale e di cosa comporta avere una maturita’ sessuale, dati i tempi che corrono e la velocita’ in cui gli adolescenti si ritrovano adulti e’ bene che siano preparati al domani, non solo attraverso l’educazione sessuale a scuola, ma piu’ che altro attraverso un positivo approccio alla sesualita’ che parte dalla famiglia.

    466

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenesserePillola anticoncezionalePrevenzione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI