Ormoni: quello della crescita sempre più usato dai non professionisti

Uno studio condotto da ricercatori statunitensi del McLean Hospital e dell'Harvard Medical School, si è sottolineato come l’uso dell’ormone della crescita stia aumentando

da , il

    ormoni crescita non professionisti

    L’ormone della crescita, conosciuto con la sigla HGH, secondo recenti studi è sempre più usato dagli atleti non professionisti. Lo studio è stato condotto dagli studiosi statunitensi del McLean Hospital e dell’Harvard Medical School (Boston, Usa). Secondo i ricercatori il numero di persone, che non pratica sport a livello professionistico, e che fa uso di questo ormone, è sempre più in crescita.

    Questo ormone, prodotto anche dal nostro organismo, dall’ipofisi o ghiandola pituitaria, circola nel sangue in concentrazioni molto basse. Il suo rilascio dall’ipofisi è dovuto alla stimolazione da parte del GHRF, sostanza prodotta dall’ipotalamo. Il GH, nell’infanzia e nell’adolescenza stimola la crescita, lo sviluppo sessuale, aumenta la massa muscolare e favorisce la formazione del tessuto osseo. È molto importante per lo sviluppo adulto. Purtroppo però molte volte, e secondo la recente ricerca pubblicata sul Journal on Addictions, viene usato in modo inappropriato e senza controllo medico, ormai anche dagli atleti non professionisti (soprattutto dai giovani).

    Tutto ciò, causato dal fatto che mentre in passato, era molto costoso e usato solo dagli atleti di alto livello, ora è diventato molto comune, facilmente reperibile (mercato illegale) e di basso costo. Dallo studio risulta che l’ormone della crescita viene usato, in modo inappropriato, associandolo ad altre sostanze, come steroidi anabolizzanti, ma anche cocaina e oppiacei. Sottolineiamo che tale ormone, nonostante l’uso smisurato e senza controllo da parte di alcuni giovani, è molto importante per il nostro organismo, utilizzato sotto stretto controllo medico per alcune patologie.