Opere d’arte per l’Istituto Nazione dei Tumori

Opere d’arte per l’Istituto Nazione dei Tumori

L'arte e la creatività scendono in campo e entrano nelle corsie ospedaliere: la generosità di 160 artisti internazionali ha dato vita a una mostra presso l'Istituto Nazionale Tumori

da in News Salute, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    L’istituto nazionale tumori ospita l’arte

    160 artisti internazionali hanno messo il loro genio, la loro creatività al servizio della scienza, della medicina e della ricerca, donanando le loro opere all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Una collezione degna delle migliori gallerie d’arte europee, quella raccolta presso la sede della Fondazione dell’Istituto milanese, che ha permesso di allestire una vera e propria mostra permanente tra le corsie ospedaliere.

    Il progetto “Disegnando Allegria! Arte e luoghi della salute” è nato da un’idea del professor Marco Maiocchi, del Politecnico di Milano ed è stato sviluppato grazie alla preziosa collaborazione degli studenti della Facoltà di Design e alla partecipazione della profesoressa Cynthia Ortega del Castillo, dell’Istituto Tecnologico de Estudos Superiores di Monterrey, Mexico. Un sinergia importante, che ha permesso di studiare, esaminare, proporre soluzioni innovative per il miglioramento del contesto ambientale dei luoghi e dei centri di cura.

    Sono oltre 160 gli artisti che hanno risposto con estusiasmo all’iniziativa e hanno regalato alla Fondazione Istituto Nazionale dei Tumori, una loro opera d’arte: dipinti, disegni e sculture, con tecniche e stili differenti, sono arrivate dal Sud America, dall’Europa settentrionale, dall’Africa e dall’Oriente, per rendere possibile questa grande mostra, fruibile in via Venezian, 1 a Milano.

    “La consapevolezza che la possibilità del superamento della malattia sia legata anche a fattori che travalicano le cure, comprese quelle più avanzate è da lungo tempo presente in chi lavora in questo Istituto. Offrire una maggior serenità sia direttamente, attraverso, ad esempio, i corsi di arteterapia o la partecipazione a numerose iniziative di disegno e pittura, sia indirettamente, attraverso la realizzazione di un contesto sempre più a misura di persona” ricorda Antonio Colombo, Presidente della Fondazione Istituto Nazionale dei Tumori.

    Immagine tratta da: unich.it

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI