Onicomicosi: tutti i rimedi [FOTO]

Onicomicosi: tutti i rimedi [FOTO]
da in Funghi della pelle, Infezioni, Piedi, mani, micosi
Ultimo aggiornamento: Domenica 17/04/2016 08:19

    Onicomicosi: tutti i rimedi

    L’onicomicosi è una micosi delle unghie e si ha quando una o più unghie delle mani o dei piedi sono infettate da un fungo. In casi come questi si ha la comparsa di una macchia bianca o giallastra sotto le unghie. Man man che il tempo passa, il fungo arriva a diffondersi più in profondità e le unghie diventano più spesse, fino a sbriciolarsi, specialmente nella parte laterale. Il trattamento dell’onicomicosi comprende il ricorso a specifici rimedi. Vediamo quali sono.

    Farmaci per uso orale
    Farmaci per uso orale

    La terapia dell’onicomicosi prevede l’uso di farmaci che vanno assunti per via orale. I più utilizzati fra questi sono la terbinafina e l’itraconazolo. Queste sostanze determinano la crescita di un’unghia nuova, non infetta, che sostituisce quella colpita dai funghi. Gli antimicotici orali vanno assunti per un periodo che va dalle 6 alle 12 settimane, e gli effetti si vedranno solo quando l’unghia sarà ricresciuta.

    Farmaci per uso topico
    Farmaci per uso topico

    Insieme ai farmaci per uso orale, il medico può consigliare l’utilizzo delle medicine da applicare a livello topico. I due tipi di farmaci usati contemporaneamente riescono ad essere validi. Per fare in modo che i farmaci topici siano più efficaci, il medico può anche limare la superficie dell’unghia. In questa maniera abbiamo un minore tessuto ungueale da sottoporre alla cura.

    Smalto antimicotico
    Smalto antimicotico

    Lo smalto antimicotico può essere usato quando il disturbo è lieve o moderato. Il principio attivo è il tioconazolo o l’amorolfina. A seconda della sostanza che ne sta alla base, differenti sono le modalità di applicazione dello smalto: 2 volte al giorno nel primo caso, e 1 volta alla settimana nel secondo caso. Il tempo per la terapia varia: 6 mesi per le unghie delle mani e da 9 a 12 mesi per le unghie dei piedi.

    Terapia fotodinamica con il laser
    Terapia fotodinamica con il laser

    Utile per curare l’onicomicosi può essere anche la terapia fotodinamica con il laser. L’unghia viene trattata con un acido e viene irradiata da un raggio laser. Quest’ultimo va a colpire direttamente il fungo, senza arrecare danni alla cheratina della parte sana dell’unghia.

    Pediluvi con aceto, sale o bicarbonato
    Pediluvi con aceto, sale o bicarbonato

    Anche i rimedi naturali possono rivelarsi utili a trattare l’onicomicosi. Si può effettuare un pediluvio di 15 o di 20 minuti, mescolando acqua tiepida e aceto. Il pediluvio può essere fatto una volta al giorno, ma, se ci accorgiamo che la pelle si irrita, possiamo ricorrere ad esso solo 1 o 3 volte alla settimana. Possono essere utili contro le infezioni da micosi anche un pediluvio con il sale o con il bicarbonato.

    Trattamento con l’olio di melaleuca
    Trattamento con l’olio di melaleuca

    Non dobbiamo dimenticare che l’olio di melaleuca o tea tree è un efficace antifungino naturale. E’ necessario applicare l’olio con un batuffolo di cotone, assicurandosi che l’olio stesso si sparga bene ai bordi delle unghie e nel letto ungueale, in modo da riuscire a curare la micosi.

    Poltiglia di aglio e limone
    Poltiglia di aglio e limone

    Possiamo applicare sulle unghie delle mani, sull’alluce e sulle altre dita dei piedi una poltiglia a base di limone e di aglio. Quest’ultimo ha un ottimo effetto antisettico e antimicotico. La poltiglia va ricoperta con una garza.

    887

    LEGGI ANCHE