Omega 3: benefici contro i dolori alle ossa

Gli omega 3, stanno riscuotendo importanza in molti campi della medicina; per ultimo secondo uno studio australiano, sembrerebbe che aiutino a ridurre il dolore causato dall'artrite reumatoide

da , il

    Omega 3

    Un team di ricercatori australiani, guidati dal dottor Gilian Caughey del Sansom Institute for Health Research dell’University of South Australia, ha pubblicato di recente, sul Complementary Therapies in Medicine, uno studio su nuovi farmaci contro i dolori causati dall’osteoartrite e dall’artrite reumatoide. Le sostanze utilizzate per questo scopo, sono un antipiretico e antidolorifico conosciutissimo: il paracetamolo (la nostra Tachipirina); e acidi grassi omega 3, sostanze importantissime che stanno assumendo importanza in molti campi della medicina.

    Lo studio è stato effettuato su due gruppi di pazienti: sono stati somministrati loro paracetamolo e dosi differenti di olio di pesce (contenente appunto gli omega 3); dopo di che sono stati prelevati e analizzati campioni di sangue, e da qui si è visto che i pazienti che avevano ricevuto dosi più alte di omega 3 presentavano livelli più bassi di mediatori infiammatori (responsabili del dolore). La ricerca è stata svolta, per aiutare tutti i malati che soffrono a causa di questi dolori, ed in primisi per l’Australia: infatti in questo paese sono circa 3 milioni i malati di artrite. Le cure con i FANS, farmaci anti-infiammatori non steroidei alleviano il dolore, ma per periodi brevi e in più a causa degli effetti collaterali a livello gastro-intestinale non possono essere assunti per lunghi periodi di tempo.

    Conosciamo meglio questi omega 3. Sono una categoria di acidi grassi essenziali, importantissimi per l’organismo. Sono noti, sopratutto per la loro presenza e mantenimento delle membrane cellulari. I principali acidi grassi che appartengono a questo gruppo sono: l’acido alfa-linoleico, l’acido eicosapentanoico, l’acido docosaesaenoico. Gli omega 3 si trovano in molte varietà di pesce, come: aringa, salmone, sgombro, pesce spada, acciuga, trota; in molti olii di origine vegetale, come: soia, girasole, oliva, lino, canapa; nelle noci; nei legumi. Sono delle sostanze molto importanti, dato anche lo studio effettuato in Australia, che trovano pareri positivi per vari tipi di patologie. A quanto sembra, patologie come: ipertensione, diabete, depressione, psoriasi, aritmie, ipertrigliceridemia, e artrite reumatoide, sembrerebbe che siano sensibili all’effetto di queste sostanze. Per ora, gli omega 3 sono sotto studio ed esame, per confermare la loro importantissima attività terapeutica.